Archive for the ‘sicurezza’ Category

Computer in panne. Aiuto!

8 ottobre 2007

Avrei voluto pubblicare almeno un paio di articoli in questi giorni, ma purtroppo si sono verificate una serie di sfortune e soprattutto di sfortunate coincidenze col PC, tanto che a cercarle apposta forse non ci sarei riuscito 😦 … Vi racconto qualche cosa visto che mi sembra anche tristemente divertente…

1) ieri ho disinstallato Active Virus Shield perché pensavo non mi servisse: sono sempre stato senza antivirus e non ho mai preso niente e soprattutto ogni tanto mi rallentava troppo il lavoro ed ero costretto a chiuderlo perché mi occupava il 100% di CPU. Nel caso mi dovesse servire, al massimo l’avrei reinstallato

2) Ieri inserisco una normale chiavetta con delle normali foto e copio alcune foto sul disco. Tutto assolutamente normale, poi spengo il PC. Quando ritorno mi sembra tutto normale, ma quando avvio il programma per masterizzare, mi dice che c’è un errore e non può avviarsi. A me serviva assolutamente e così provo ad disinstallarlo e reinstallarlo, ma non c’è niente da fare. Nel gestore processi vedo che c’è qualcosa di strano ed inizio ad insospettirmi

3) La prima cosa che faccio è recuperare il file di installazione di AVS e avviarlo (so che non è più disponibile, ma avevo qualche codice di licenza mai utiilzzato da parte). La prima volta la classica schermata blu di morte (che sinceramente è la prima volta che vedo sul mio nuovo PC) e soprattutto il computer si resetta da solo. Qua ho capito che era iniziata la battaglia 😀 . Faccio ripartire l’installazione chiudendo qualche processo che mi ispirava poca fiducia. Questa volta va a buon fine, ma non mi accetta nessuno dei codici di licenza che avevo: penso che abbiano bloccato la possibilità di nuove installazioni: quindi chi ce l’ha bene, ma non si può più installarlo. Io credo sia così se qualcuno è più informato si faccia avanti. (se qualcuno di voi già lo usa tenetevelo ben stretto che è il miglior antivirus!)

4) Faccio partire la scansione antispyware con A-squared che dopo un po’ mi trova 90 elementi probabilmente infetti (ottimo!!) e nel frattempo scarico Avira Antivir che molti sostengono essere il miglior (o comunque uno dei migliori) antivirus gratuito e lo scarico. Al termine dell’installazione mi dice che non può avviarsi perché il file taldeitali è stato modificato, probabilmente da un virus. Io capisco tutto, ma se installo un antivirus è perché ho un virus o no?

5) Faccio la scansione on-line di Kaspersky (che ho avuto qualche problema a far digerire a IE per delle protezioni ActiveX) e mi rileva due virus. Ovviamente non può eliminarli perché non è il suo scopo e per farlo bisogna pagare

6) Ripiego su un altro antivirus gratuito abbastanza conosciuto che ho sempre usato e di cui evito volontariamente di fare il nome per non insabbiarlo troppo (non è il Norton, ovviamente, anche perché non è gratuito…). Inizia la scansione e comincia a trovare un sacco di file infetti e la cosa mi sembra un po’ strana. Praticamente tutti i file .exe che avevo sotto documenti per lui erano infetti e la cosa mi sembra alquanto strana. Alcuni sono sicuramente virus, ma non può dirmi che WengoPhone è un virus. Poco male, alla fine della scansione gliei faccio saltare e amen. Il problema è che questo schifo mi cancella 6 file secondo lui infetti SENZA DARMI POSSIBILITA’ DI NON FARLO! E così mi ritrovo con explorer.exe che è un componente sui cui praticamente si basa la parte grafica di Winzozz allegramente eliminato, insieme ad un altra trentina di file curati non si sa perché e ad altri 3 file cancellati di cui ignoro il nome (saranno sicuramente dei file di sistema) e noto subito che è sparita la barra start ed il desktop!! Ho sperato almeno che li avesse messi in quarantena in modo da recuperarli o che avesse almeno creato un registro per vedere cosa aveva eliminato. Nulla!! Sei file sono spariti e 30 sono stati “curati” e io non ne so nulla!! Come si fa a fare un antivirus che cancella file a caso e non ti dice nemmeno cos’ha cancellato senza la possibilità di recuperarli?!?!

7) Nel frattempo Winzozz non si avvia più visto che manca explorer.exe. L’unica cosa che riesco a fare è entrare in modalità provvisoria, ma l’unica cosa che posso fare è ctrl-alt-canc e vedere XP che occupa miracolosamente 50MB di RAM 😀 . Da qui provo a dare il comando explorer, ma mi dice che non esiste. Vado col caro vecchio DOS di XP che si avvia anche senza grafica e copio il file explorer.exe da WinME a XP (con qualche ripassata della sintassi del comando copy che fa sempre bene 🙂 ). Niente: riesco a copiarlo, ma non dà segni di vita

8) Disperato, cerco un essere vivente che possa darmi qualche consiglio e trovo miracolosamente Frankie che qualcuno di voi conoscerà. Gli chiedo se può passarmi explorer.exe visto che anche lui usa XP Home SP2, quindi non dovrebbero esserci conflitti (a me basta che si avvii per recuperare le mie cose e poi formattare). Mi dice che non può perché l’ha diviso in due. Proprio io dovevo beccare l’unico al mondo che divide in due explorer.exe (scherzo, Frankie :mrgreen: )? Non so come, ma mi dice che esiste una copia di explorer.exe in C:\Windows\System32\dllcache. Ottimo. Almeno adesso lo copio al posto del vecchio explorer.exe di WinME e sono a posto. Adesso la modalità provvisoria si avvia con la grafica ed è già molto! Il programma per masterizzare ancora non si avvia…

9) Conclusione della storia: sto scrivendo dal vecchio PC e facendo dell’altro (almeno leggendo un buon libro non rischio di prendere virus o di cancellare dll di sistema 😀 ). La speranza è di trovare un disco esterno e buttarci dentro la mia roba, visto che sono quasi 40GB di dati che non vorrei perdere (forse so già a chi chiedere 🙂 ). Quindi occhio alle chiavette USB: secondo me sono ancora più pericolose di internet perché da internet ci si può proteggere con il cervello e un buon firewall, ma dalle chiavette no: avrà avuto qualche schifo in avvi automatico, nonostante io l’avessi disattivato…

Occhio all’antivirus che a me ha senza dubbio fatto più danni di un virus che si poteva tranquillamente eliminare senza cancellare altri cento file di sistema. Maledizione a lui!

Ci tenevo a ringraziare nuovamente Frankie visto che grazie a lui sono riuscito almeno ad avviare la grafica di Windows in modalità provvisoria 🙂 …

PS: visto che ci sarà sicuramente gente più esperta di me che legge questo blog vi spiego il problema in modalità non provvisoria, magari qualcuno sa risolverlo. XP era impostato per avviare automatica il mio account ora non si avvia più automaticamente, ma mi viene la lista tra cui scegliere. Sia che scelga Administrator che Sleeping, inizia l’avvio di Windows e subito dopo chiusura connessioni connessioni. salvataggio impostazioni e chiusura e ritorna alla scelta dei profili. Cosa posso fare?

Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi e per gli altri spero di avervi strappato almeno un sorriso 🙂 …

Ciao ciao

🙂

Contribuiamo a Firefox3 GranParadiso!

26 settembre 2007

Sotto il benefico influsso della musica della 56^ puntata dell’Everyday Show, inizio a scrivere questo post 😉 . In realtà, non è molto originale visto che praticamente tutte le informazioni provengono da GialloPorpora, alcune dal suo blog e altre da alcune mail che ci siamo scambiati, però ho cercato di riunirle qua per chiarire le idee a chi volesse contribuire attivamente allo sviluppo della nuova versione del nostro amato browser 🙂 …

Questa guida si riferisce soprattutto a Windows, anche perché credo che chi utilizza Linux non abbia nessuna difficoltà a capire come si fa. Seconda cosa: Firefox3 (o Gran Paradiso) gira solo su Windows 2000, XP e Vista per quanto riguarda la piattaforma Windows e quindi Win98 e WinME non sono più supportati 😦 . E’ una cosa che dispiace anche a me visto che anch’io ho un PC con Win9x, ma è stato necessario perché Gecko 1.9 e Cairo (che è la libreria grafica utilizzata da Gecko 1.9) non supportano queste piattaforme. Inoltre, Microsoft ha tagliato ogni supporto a queste piattaforme nel luglio del 2006…

Se come me volete scaricare da Internet a 54962795 GB/s dovete contribuire allo sviluppo di Firefox3 😀 . Non mi credete? Ecco la foto che lo testimonia!

Gran Paradiso

Mi sembra ovvio che è un bug del nuovo gestore download di Gran Paradiso che finalmente ha la funzione per riprendere ciò che si sta scaricando tra una sessione e l’altra. Un vero gestore download coi fiocchi!

Vi ricordo di NON USARE VERSIONI ALPHA DI UN SOFTWARE PER IL LAVORO NORMALE DI TUTTI I GIORNI. Gran Paradiso funziona discretamente, ma ha (ovviamente) ancora diversi bachi e non è impossibile che possiate perdete i dati del vostro profilo, quindi installate le alpha di Firefox3 solo se sapete cosa state facendo e cosa vuol dire software alpha, altrimenti è meglio lasciar perdere, per evitare possibili conflitti, perdite di dati o instabilità varie…

Prima di tutto fate un bel salvataggio del vostro attuale profilo di Firefox. Non si sa mai 😀 . La cosa più importante da salvare sono senza dubbio i segnalibri e per fare questo entriamo in Gestione segnalibri dal menu segnalibri e clicchiamo su esporta. Se usate estensioni particolari e volete essere sicuri di non dimenticarne qualcuna nel caso doveste reinstallare, potete scrivervi da parte una lista. Non sarà molto tecnologico o web 2.0, ma se non altro è un metodo sicuro 😀 .

Controllate di aver chiuso tutte le sessioni di Firefox e poi, invece di aprire Firefox come al solito cliccando dal desktop o dal menu start su Firefox Firefox, entrate nelle proprietà del collegamento e inserite al posto del percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” il percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” -p . Adesso cliccando su quel collegamento si aprirà una simpatica e utile schermata che probabilmente non avrete mai visto. Cliccate sul collegamento e si aprirà una simpatica finestra che permette di gestire i vari profili di Firefox. Se non avete mai visto questa finestra, ci sarà un unico profilo chiamato default. Cliccate su Crea Profilo e chiamate il nuovo profilo GranParadiso (o un nome simile) ed deselezionate la casella “Non chiedere all’avvio” di modo che quando avviate Firefox2 o Firefox3, vi chieda quale profilo usare. Naturalmente bisognerà usare default per il Firefox classico e GranParadiso per Firefox3.

Adesso siamo pronti a scaricare la versione 3.0 alpha 8 di Firefox3 dal sito di Mozilla.

L’installazione non richiede particolari accorgimenti se non di non avviare Gran Paradiso al termine dell’installazione e di non fargli creare icone o collegamenti sul Desktop. Come prima è necessario modificare il percorso del collegamento da “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” in “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” -p “GranParadiso” per far avviare Firefox3 con il profilo GranParadiso e non quello standard. A questo punto, avviando GranParadiso dovremmo trovarci di fronte ad una pagina diversa da quella solita. Se GranParadiso vi chiede di diventare browser predefinito negategli il permesso visto che lo sarà l’altro Firefox (o qualsiasi altro browser che sia quello predefinito)… E’ più difficile a dirsi che a farsi 🙂 . Per importare i plug-in della vecchia versione in quella nuova è necessario copiare la cartella cartella “plugins” da %ProgramFiles%\Mozilla Firefox in %ProgramFiles%\Gran Paradiso [%ProgramFiles% è C:\Programmi\ nella versione italiana di WinXP]

Adesso possiamo sbizzarrirci a provare le novità della nuova versione (vediamo chi ne trova di più senza cercare da altre parti 😉 ), ma soprattutto possiamo contribuire allo sviluppo e alla segnalazione di bachi dal menu “?” o ancora meglio contribuendo a fare una serie di test sul sito di Litmus@Mozilla. I test sono un po’ noiosi e possono sembrare inutili, ma non è così, anzi…

Potete, inoltre, segnalare i bachi che trovate su Bugzilla@Mozilla, dopo aver creato un account Bugzilla (una cosa semplicissima, comunque). Prima di aprire un nuovo bug è importante controllare che non sia già presente e, nel caso non lo fosse, spiegarlo in modo chiaro e non superficiale. Compilare un buon bug non è una cosa semplice: per chi fosse interessato sul sito di Mozilla Italia ci sono alcune indicazioni da seguire.

Da non sottovalutare anche il report automatico dei crash. Quando Firefox si blocca, infatti, si apre una finestra che permette di inviare agli sviluppatori dei dati per poter risolvere il problema. Questa procedura è completamente automatica (quindi niente registrazioni o pagine incomprensibili da interpretare) ed è comunque molto utile. A questo scopo controllate nelle estensioni di Firefox che l’estensione Talkback sia attiva.

Per segnalare memory leak si può fare riferimento a questo blog. Per segnalare i memory leak, vi consiglio di installare l’estensione Leak Monitor che ha il compito di segnalare dei bug contenuti nelle estensioni stesse.

Gran parte delle informazioni per questo articolo (praticamente tutte :mrgreen: ) le ho ricavate dalle email e dal blog di GialloPorpora che vi consiglio di visitare e a cui vi consiglio di abbonarvi per rimanere aggiornati sugli sviluppi di Firefox, ma anche su molti altri argomenti. Altri blog più specifici a cui fare riferimento sono Mozilla Links e Mondozilla.

Visto che ci sono vi ricordo di tenere sempre aggiornato Firefox. L’ultima versione è la 2.0.0.7 🙂 . Se avete versioni precedenti, aggiornate con il controllo aggiornamenti. Vi ricordo che il ramo 1.5.0.x di Firefox non è più supportato e va assolutamente aggiornato al ramo stabile 2.0.0.x…

Spero che qualcuno di voi contribuirà seguendo le poche istruzioni che vi ho dato, così quando vedremo finalmente la versione definitiva potremo dire: “Anch’io ho fatto la mia parte 😉 “. Fatemi sapere se sono state utili, se ci sono errori, ecc… E grazie ancora a GialloPorpora 🙂 !

Un saluto a tutti!

🙂

OpenOffice.org 2.3 disponibile!

17 settembre 2007

E’ uscita ufficialmente la versione 2.3 del nostro amato OpenOffice!! In realtà già da ieri era disponibile sui vari specchi…

Cosa cambia rispetto alla precedente 2.2.1?

Sul fronte della sicurezza è stata corretta la falla CVE-2007-2834 che consentiva a dei file di immagine TIFF modificati di portare ad un buffer overflow e all’esecuzione di codice arbitrario.

La lista dei cambiamenti rispetto alla versione 2.2.1 la trovate sul sito di OpenOffice a questo indirizzo (40 pagine!!). Questi credo siano i cambiamenti più significativi (o che perlomeno sono riuscito a capire :mrgreen: ):

– Nuovo wizard per la creazione di grafici, anche 3D

– Numerose modifiche alle barre degli strumenti

– Possibilità di esportare i documenti in pagine Wiki

– Generatore di Report su OpenOffice 2.3 Base

– Nuove localizzazioni

– Aggiunta la funzione “anteprima nel browser”, per vedere l’effetto di visualizzazione prima della pubblicazione: questa funzione è stata aggiunta sotto il menu file

– Possibilità per le estensioni di aggiungere pagine di opzioni alla finestra di dialogo delle opzioni. Come scritto sul sito, questo può essere utile per renderla maggiormente usabile o per adattarla alle preferenze personali. Per rendere le estensioni di OpenOffice più popolari è stato aggiunto un collegamento a extensions.services.openoffice.org

– Migliorato il gestore per i crash

– Possibilità di di determinare la lingua di un testo automaticamente e questa funzionalità funziona senza l’ausilio di dizionari e quindi la lingua può essere determinata senza la necessità di avere un dizionario installato per quella lingua (funzione sviluppata durante il Google Summer of Code)

– la password di un documento cifrato viene richiesta finché non viene inserita quella corretta o la finestra di dialogo viene chiusa (finalmente 😀 )

– procede il lavoro per portare OpenOffice in MAC OS X con interfaccia nativa Aqua

– aggiunti i dizionari per il controllo ortografico dello Svedese, dello Slovacco e dell’Afrikaans

– correzioni varie per le architetture a 64bit

– migliorata l’esportazione in PDF, risolvendo molti problemi di posizionamento del testo

– correzioni di bug un po’ su tutte le piattaforme

Questo è quello che mi è balzato all’occhio, ma considerato che ho letto rapidamente potrebbe essermi sfuggito qualcosa di più importante. Non ho ancora visto un changelog semplificato per cui…

Purtroppo non è ancora disponibile nel nostro idioma, ma non dovrebbe tardare. Nel giro di qualche giorno sarà sicuramente disponibile per cui tenete d’occhio il sito italiano di OpenOffice o questo blog 🙂

Un ringraziamento alla squadra di programmatori di OpenOffice mi sembra più che doveroso!!

Tra l’altro, non l’ho riportato sul blog, ma alla lista dei sostenitori di OpenOffice si è aggiunta anche IBM (mica pizza e fichi 😉 ) che ha indirizzato 35 suoi programmatori ad OpenOffice 🙂 . Per approfondire, vi rimando a OssBlog e a PuntoInformatico.

Ho scritto questo post in fretta per cui perdonatemi eventuali errori…Li correggerò appena possibile…

Ciao!

🙂

Non c’è solo Mozilla Firefox ;-) …

13 settembre 2007

Ciao a tutti!

Forse il titolo può sembrare un po’ provocatorio, ma in questo post vorrei descrivervi le principali alternative al grande Mozilla Firefox. Sto abbandonando Firefox? Ma nemmeno per sogno 😉 (altrimenti perché avrei scritto così tanto su di lui?). Solo credo che sia sempre meglio conoscere le diverse alternative per poi scegliere quella che ci aggrada di più. Inoltre, anche gli altri browser hanno delle caratteristiche interessanti che vale la pena conoscere 🙂 …

Il problema principale di Firefox è la sua lentezza all’avvio e in generale il fatto che consuma una discreta quantità di RAM. Ho scoperto che alcuni utilizzano Internet Explorer (magari anche la versione 6, non aggiornata ) per pigrizia di cercare delle alternative, ma anche a causa di questo problema 😦 , anche se magari hanno Firefox installato. Effettivamente è un problema non da poco e a cui Mozilla dovrebbe prestare più attenzione, secondo me). Il browser di Mozilla si può comunque alleggerire: vi rimando ad una guida di GialloPorpora e ad un completo articolo su Megalab (comunque scritto da GialloPorpora 😉 , oltre che da Pacopas). Sui PC recenti la pesantezza di Firefox non è un problema, però non tutti hanno questa fortuna (o giustamente non vogliono mandare in cantina il vecchio PC dopo aver acquistato quello nuovo). C’è anche da dire che un passaggio ad un altro browser sarà praticamente obbligato per i vecchi Windows 9x (cioè quelli che non sono NT, 2000, XP o Vista) in quanto la prossima versione di Firefox (la 3) non supporterà più questi sistemi operativi e la versione 2 non sarà supportata per sempre (qualcuno sa fino a quando lo sarà?).

Queste sono le alternative che vi propongo, con qualche opinione personale (vista la lunghezza, ho preferito dividere il post; spero che questo non crei disagi: se ci dovessero essere lo riunisco 🙂 ):

(more…)

Nuovo microfono…

24 agosto 2007

Ciao a tutti!

Eccomi tornato dalla Francia, anche se con un giorno di anticipo…

Sembra impossibile, ma per riuscire a trovare un microfono come intendevo io (a basso costo soprattutto, non USB per evitare incompatibilità con Linux che prima o poi si deciderà ad arrivare 😀 e non i telefoni solo Skype) sono “dovuto” andare in Francia 😉 . Nei negozi in cui ho cercato qua a Verona, ho trovato solo apparecchiature quasi professionali (o almeno, penso, visto il costo…) oppure microfoni in vendita abbinata ad una webcam, che a me non serve, sui 40/50€ che è decisamente troppo per l’uso che ne devo fare.

In Francia invece ho trovato molto più assortimento e alla fine ho comprato un microfono da solo e delle cuffie con microfono. In particolare questi sono i due che ho comprato…

Trust MC-1200 & Trust HS-2100

e ho speso meno di 10€ in tutto 🙂 …

Adesso potrò finalmente sostituire il microfono intgrato dell’Eyetoy la cui qualità sicuramente non è il massimo :mrgreen: (come webcam, invece, non è malvagissima). So che il Dok e gli altri amanti della qualità audio impallidiranno 😀 , ma per me è già qualcosa (soprattutto dopo aver rovinato il podcast di Alex 😉 ). Almeno se qualche podcaster mi volesse coinvolgere (ne sarei felice, come sempre 🙂 ), mi posso presentare con un’attrezzatura un po’ più accettabile…

PS: questo vuole essere anche un saluto a tutti voi lettori, visto il periodo che mi aspetta che dovrebbe finire verso metà settembre. Nel frattempo devo studiare e tenere sott’occhio molte altre cose. Per chi vuole leggere qualcosa, il post precedente contiene gli articoli del blog che mi sembrano più interessanti.

A presto!

🙂

OpenDocument o OpenXML?

18 agosto 2007

Mi capita raramente di creare un nuovo articolo solo per rimandare ad una notizia, ma questo è uno dei pochi casi. Cercherò anche di trarre qualche conclusione, aspettando le vostre impressioni…

Leggo su Slashdot un interessante confronto tra la penetrazione del formato di Office 2007 e OpenDocument, che è il formato usato principalmente da OpenOffice e KOffice, ma anche da molti altri software. Il confronto viene svolto “contando” quanto documenti nei due formati sono presenti su Internet e si vede come ODF (OpenDocument) sia molto più diffuso. Come alcuni hanno fatto notare, non si tratta di un metodo sicuro per dimostrare la penetrazione dei due software in quanto su Office 2007 e comunque possibile anche nei “soliti” formati binari .doc, .xls e .ppt, oltre che nei più nuovi .docx, .xlsx e .ppt, oltre al fatto, aggiungo io, che in entrambi i casi si tratta di numeri tutto sommato piccoli per poter decretare un “vinto” e un “vincitore”. Inoltre, da tempo esiste un’aggiunta gratuita che si può fare ad Office per permettere di salvare in OpenDocument, scaricabile da sourceforge. Vi invito ad approfondire la questione visitando anche i seguenti siti: http://www.geniisoft.com/showcase.nsf/archive/20070813-1201 e http://www.markshuttleworth.com/archives/132 , oltre a leggere i commenti su slashdot e sul blog geniisoft che aggiungono qualche considerazione interessante, da entrambi i punti di vista…

Questa è una mia rapida traduzione assolutamente non ufficiale dell’articolo di slashdot, per chi avesse difficoltà con l’inglese (così mi alleno anche per l’esame 😀 ):

“Negli otto mesi successivi al rilascio pubblico di Office 2007 (due mesi prima era disponibile solamente per la clientela aziendale), sono presenti meno di 2000 documenti in questo formato nella rete. Negli ultimi tre mesi, sono stati pubblicati in rete altri 13400 documenti in formato ODF, mentre ne sono stati aggiunti solo 1329 nel formato OOXLM (ndt: quello di Office 2007). Sarebbe difficile per Microsoft aumentare di 10 volte il numero di documenti OOXML, soprattutto tenendo conto del fatto che il 34% di questi nuovi documenti OOXML sono stati aggiunti su microsoft.com. Non mi sembra che questo sia un gran segno per la dominante suite d’ufficio di Microsoft.”

Tra l’altro la cosa buffa è che Microsoft ha chiamato il suo nuovo formato Office Open XML o semplicemente OpenXML, insistendo quindi molto sulla parola Open (quando in realtà tanto “open” non è). Verrebbe anche da chiedersi il perché di questa scelta così inusuale. Forse perché ha paura di OpenOffice e quindi vuole creare confusione tra gli utenti meno informati? Stranamente, non avevano altri nomi da dargli 😀 ?

In ogni caso, il fatto che la ISO continui a rifiutare il formato di Microsoft come standard è sicuramente una notizia positiva. Ricordo che OpenDocument è da diverso tempo standard ISO… Questo non potrà dirsi sicurezza di una vittoria certa di OpenDocument sul formato di Microsoft (è ancora troppo presto per dirlo), ma è sicuramente una buona notizia per noi amanti del software libero 🙂 …

Tra l’altro, Microsoft sta spingendo anche per l’adozione del formato XPS in luogo del superusato PDF (un lettore PDF penso che tutti ce l’abbiano installato sul proprio PC). E’ un formato praticamente sconosciuto e introdotto da poco, ma si può già leggere qualcosa sulla Wikipedia. E’ possibile salvare in questo formato da Office 2007, dopo aver scaricato da Microsoft un programma che permette anche il salvataggio in PDF. Installato .NET 3.0 viene creata una stampante virtuale, come avviene con il PDF da cui è possibile stampare da qualsiasi applicazione Windows. Come sempre, ho voluto sperimentare un po’ e ho utilizzato un documento PDF di solo testo di circa 350 pagine. L’originale in PDF occupa 3,94MB. Lo stesso identico documento stampato in XPS con la stampante ufficiale Microsoft occupa 133MB e 550MB se decompresso!! La differenza è che i PDF sono aperti e li leggo e li creo dappertutto con qualsiasi SO e con un’infinità di programmi, spesso liberi e gratuiti (oltre ad Adobe Acrobat), mentre gli XPS si creano solo su XP superaggiornato e su Vista, come se non esistessero altri SO. Almeno lo sforzo e le limitazioni producessero un file competitivo. Lascio trarre a voi le conclusioni 😉 [è stata solo una prova sporadica che non vuole in nessun modo considerarsi esaustiva: quando avrò più tempo ne farò delle altre un po’ più complete]…

Ciao a tutti!

Vi invito, come sempre, a lasciare commenti con le vostre impressioni, curiosità, miei errori, ecc

🙂

AOL® Active Virus Shield is no longer available :-(

1 agosto 2007

Che tristezza 😦 …

L’antivirus che vi ho presentato ieri non è più disponibile. Come vi dicevo, il finanziamento è di AOL che adesso finanzia invece McAfee® Virus Scan Plus-Special edition. Sarà buono quanto AVS (ne dubito…), ma mi stavo affezionando ad AVS. Adesso spero che continuino gli aggiornamenti, altrimenti dovrò cercare un altro antivirus o farne a meno come ho sempre fatto…

Mi domandavo come potessero distribuire tanto ben di Dio gratuitamente e purtroppo oggi questa manna è finita…Però l’ho aggiornato proprio ora e non ha detto niente. Forse per chi ha la licenza attiva lo mantengono, ma non permettono di registrarne di nuove. Quindi se non siete stati rapidi a registrarvi per ottenere una licenza, non si può fare più niente. Se invece siete stati veloci, forse c’è ancora qualche speranza (forse 😦 )…

Non si sa ancora quale politica sarà portata avanti, ma se ci saranno sviluppi non mancherò di comunicarlo…

Rimanete sintonizzati 😀

Ciao ciao

🙂

Tornando al discorso sulla sicurezza

30 luglio 2007

Ciao a tutti 🙂

Come saprete, per qualsiasi computer o dispositivo connesso ad Internet un firewall è praticamente obbligatorio (per Windows soprattutto, ma anche per Linux, MAC, BSD e altri SO). In Linux e MAC è praticamente inutile l’antivirus, l’antispyware, l’antirootkit, l’antidialer (che bel casino di anti 😀 ), ma un firewall è praticamente obbligatorio per tutti. Per il firewall vi rimando al post che ho scritto qualche tempo fa, per gli altri vi rimando all’ottimo forum di Megalab (antispyware1, antispyware2, antirootkit. Per gli antidialer non trovo niente di interessante: se trovate qualcosa di interessante fatemelo sapere…

AGG (grazie a GialloPorpora): Beh, i dialer stanno andando fuori moda per due motivi:
– aumento connessioni ADSL
– sta sparendo IE6
quindi se ne parla molto meno, comunque Ewido (ex AVG anti spyware) era nato sopratutto come anti-dialer e spyware terminator stesso riesce a trovarli.
Diciamo che anti dialer specifici non ne conosco ma molti antivirus e software anti-malware riescono a beccarli.
Antivir in versione free , ad esempio è carente proprio da questo punto di vista e per quello uso spyware terminator prima e ora PrevX.

Quello di cui volevo parlarvi in questo articolo è l’argomento antivirus. Sono convinto che con un po’ di testa ed essendo protetti da un buon firewall, si può stare tranquilli anche senza antivirus. Io è da moltissimo tempo che non utilizzo l’antivirus e sono sempre andato tranquillo. Dopo scansioni periodiche che facevo con diversi antivirus, ho visto che dopo mesi nn avevo mai preso niente. Vi segnalo anche questo articolo che potrebbe essere interessante per chi ha voglia di smanettare per la sicurezza del proprio PC senza affidarsi a soluzioni esterne. Che ne pensate?

Quello che non mi convince degli antivirus è che occupano molto spazio sulla RAM e aumentava l’uso del processore appesantendo il sistema e io voglio avere il PC sempre agile. Beh, forse finalmente ho trovato un ottimo antivirus 😉 … Si chiama Active Virus Shield. Occupa davvero poco in RAM (se non sta facendo niente tra i 10 e 15MB di RAM). E’ basato sul motore di Kaspersky che è il motore per antivirus che ha staccato tutti gli altri come capacità di individuazione ed eliminazione virus. Questo è l’ultimo test fatto da quelli di Megalab e AVS si è diffuso ottimamente. Viene reso disponibile gratuitamente grazie al finanziamento dell’operatore americano AOL che offre anche la banda per lo scaricamento degli aggiornamenti. Basta avere un indirizzo mail valido per ricevere un codice di licenza che dura un anno. Non so per quanto tempo un antivirus con queste qualità possa essere reso disponibile gratuitamente, ma finché c’è 😉 …

Tanto per farvi capire la qualità, questi sono altri test che hanno fatto (qui e qui) e il fatto che il database dell’antivirus viene aggiornato ogni 3-4 ore. Non per niente sulla schermata principale del programma c’è la scritta “Powered by Kaspersky” 🙂

Passando ai difetti che ho trovato: scaricare gli aggiornamenti è abbastanza lento visto che vengono scaricati all’imbarazzante velocità di meno di 10KB/s e spesso anche meno, ma solitamente gli aggiornamenti sono di dimensioni abbastanza piccole. Inoltre il consumo di CPU aumenta considerevolmente in questo caso, non so perché… Inoltre, mi è capitato che mi dica che l’aggiornamento non è andato a buon fine, ma questo non ha comportato niente. Probabilmente è un baco di AVS… Per provare che il vostro antivirus sia attivo, potete usare questo file INNOCUO di prova…

Se usate un po’ di testa, per me si può benissimo stare anche senza antivirus, ma se preferite rivolgervi a soluzioni esterne, questa è sicuramente una possibilità da tenere in considerazione.

A proposito, MAI DUE ANTIVIRUS IN TEMPO REALE ATTIVI ALLO STESSO TEMPO!! Quindi se già usate un antivirus e volete provare AVS, disinstallate o disattivate il vostro attuale antivirus…

Due antivirus insieme non garantiscono maggiore sicurezza e anzi andando in conflitto tra loro probabilmente non proteggono niente, oltre al maggiore consumo di ram e CPU. Al contrario è possibile usare anche due antispyware insieme, mentre per i firewall il discorso è un po’ delicato. Se ad esempio siete dietro ad un firewall hardware (ad esempio, un router), è consigliato disattivare il firewall sul vostro SO (anche quello inserito nell’SP2 di XP), a meno di non avere particolare interesse verso la sicurezza e di essere in grado di configurarli adeguatamente per evitare conflitti…

Vi rimando anche all’ottava puntata del podcast della Tartaruga per altri approfondimenti a quest’indirizzo

Quali sono le vostre esperienze? Usate un antivirus? Se sì, quale? Cosa ne pensate di questo tema? Siete paranoici?

Ciao!

🙂

Router ADSL Netgear DG834G

13 aprile 2007

Ciao!

Come scrivevo nell’altro post, qualche giorno fa ho acquistato questo router. Le motivazioni per cui ho acquistato un router le ho scritte nel post relativo alla sicurezza che trovate qui. Le prime impressioni che ho avuto sono state decisamente positive. La configurazione (se si può chiamare così, visto che fa praticamente tutto in automatico) è davvero semplice. L’unica cosa per cui, ovviamente, bisogna configurarlo è per quei programmi che necessitano di avere delle porte aperte. Praticamente i programmi di P2P, come Emule e Bittorrent, che sono gli unici che finora ho configurato, ma ne voglio configurare anche altri, soprattutto per la rete di condivisione Gnutella. Skype, che non uso mai (anche perché mi blocca il PC se chiamo 😉 …) non ha invece bisogno di nessuna configurazione. Ad ogni modo, aprire le porte in entrata è davvero semplice ed è anche inutile spiegarlo visto che ci sono già delle ottime guide a questo scopo. Un’altra guida che ho trovato su come configurare Emule è questa, ma se avete difficoltà chiedete pure qui…

Onestamente mi aspettavo diversamente la rete Wi-Fi. L’avevo già usata da amici, ma mai configurata personalmente. Mi aspettavo che fosse più difficile, invece è veramente semplicissimo (come antenna ho usato l’adattatore USB WG111, sempre della Netgear). Non mi posso lamentare, visto che la connessione è molto rapida e automatica. Naturalmente la rete senza fili va protetta e per proteggerla ho usato WEP a 128bit. Sto pensando di usare WPA dopo che WEP è stato completamente bucato, ma sembra che il supporto sia ancora parziale. Mi informerò meglio e poi scriverò qualcosa. A questo proposito vi rimando ad una puntata del Vispodcast, dove Vincenzo parla esattamente di quest’argomento…

Ho avuto tristemente la conferma che la mia linea fa proprio schifo, veramente schifo. Prima lo dicevo senza numeri ed erano più che altro sensazioni, ora ho anche i “numeri”:

capture13-04-2007-153740.png

E il bello è che di sera/notte il margine di rumore si abbassa ulteriormente 😦 . Per interpretare questi valori, si può la stessa guida di prima. In pratica, dicono che con un margine di rumore inferiore a 5 ci sono quasi sicuramente dei problemi di allineamento. E io come massimo valore ho avuto 6… La centrale è a circa 4,5Km da casa mia. E per fortuna che sono praticamente in centro a Verona. Che vergogna! Ovviamente al 187 non sanno nemmeno di cosa stai parlando e i tecnici dicono che non si può fare niente. Ancora peggio: la colpa potrebbe essere mia visto che il router potrebbe non essere compatibile con le linee Telecozz. Che ignoranza (è comunque vero che 2 o 3 anni fa ci sono stati dei problemi di perdita di portante con questo router, ma sono stati da tempo risolti) … Per la linea che ho si comporta fin troppo bene, considerato che è riuscito a mantenere portante piena con un margine di rumore di 2db…

Tornando in argomento, mi aspettavo che la copertura Wi-Fi fosse maggiore. Io, infatti, ho la chiavetta a massimo 5 metri dal router e ho una copertura di 5 o 6 su 8. Mi aspettavo una copertura migliore dal Wi-Fi, però non l’ho provato in condizioni estreme. Lo sto usando (per adesso) in Wi-Fi per provarlo il più approfonditamente possibile, per vedere se sarei riuscito a configurarlo e soprattutto perché non sono riuscito a far andare in nessun modo (ho appena formattato, quindi non ci dovrebbe essere problemi software) la scheda ethernet che avevo appena comprato. Per fortuna, sono riuscito a farmi restituire i soldi in contanti. Ne comprerò un’altra appena ne avrò l’occasione…

Il firewall interno è ottimo, oltre che semplice da configurare. Ho fatto tutti i test possibili e li ha sempre superati al massimo. Tra l’altro, risparmia il carico di memoria al PC e permette prestazioni migliori, secondo me. Per esempio, con Emule e ZoneAlarm non ho mai avuto velocità superiori a 15KB/s, pur avendo ID alto, la rete Kad connessa e il firewall perfettamente configurato. Ora ho ottenuto picchi anche di 130KB/s. Considerando che sto condividendo pochissimo, è un bel risultato.

Anche per quanto riguarda il ping si è dimostrato molto valido (sono in interleaved, ovviamente), con una media di circa 40ms verso 192.168.100.1 (che è praticamente l’IP della centralina Telecom più vicina). Con il modem di prima, la media era di circa 45ms. Facendo il ping dal PC e non dalla diagnostica del router ottengo valori di circa 50ms.
Scaricando da normali server http ho ottenuto picchi di 250KB/s e anche di più (il massimo teorico della 2 mega è 256KB/s) e quindi sono pienamente soddisfatto, anche perché la connessione è comunque in Wi-Fi. Con il modem di Alice non ero mai riuscito a superare i 240KB/s.

Avendo un solo PC non ho purtroppo potuto testare la qualità della linea LAN e WLAN e il trasferimento di file nella rete interna.

L’unico problema piuttosto serio che sto avendo soprattutto oggi è quello dell’irraggiungibilità di alcuni siti (lo stesso sito della Netgear, ad esempio). Credo che questo sia dovuti ai DNS e quindi non credo che sia imputabile al router. Indagherò anche su questo…

Dimenticavo di dire che questo router supporta sia l’ADSL “normale” che quella 2/2+. Quindi nessun problema se la vostra linea è ADSL 2+ (se la banda è superiore a 8Mb/s allora avete una linea ADSL 2/2+)…

A parte qualche irrilevante problema dovuto principalmente alla mia linea da terzo mondo, lo considero un buon acquisto. Ah, il prezzo si aggira sui 90€ circa. Nella confezione si trova tutto il necessario e anche la chiavetta USB Wi-Fi di cui ho parlato sopra.

Se ci fosse qualcun altro con questo router, si faccia sentire per condividere la sua esperienza…

Se avete domande prima dell’acquisto, chiedete pure e cercherò di aiutarvi.

Voi come vi collegate ad Internet? Modem o router? USB o ethernet? O forse da una linea analogica 56k? Sono curioso…

Ciao

🙂

AGG: come non detto 😦 . E di sera sono anche arrivato ad 1db. Guardandola dal lato positivo, direi che per reggere in queste condizioni, il router dev’essere anche buono 😉 … Che schifo di linea che mi ritrovo 😦 …

capture20-04-2007-150716.png

Aggiornato l’articolo sulla sicurezza

5 aprile 2007

Nel caso il vostro lettore RSS non lo segnali, ho aggiornato l’articolo che avevo scritto tempo fa sulla sicurezza. Rispetto all’altro ho cercato di descrivere i firewall inclusi nei router e gli antidialer. Inoltre, ho aggiunto qualche altro particolare, aggiornandolo rispetto a quello vecchio.

Se volete leggerlo, è al solito posto, cioè qua. Spero possa essere utile. Fatemi sapere…

Ciao ciao

🙂

Metti alla prova il tuo PC/MAC

17 febbraio 2007

 

Metti alla prova la sicurezza del tuo computer! Attraverso questi test, potrai controllare la sicurezza del tuo browser e anche del tuo firewall. Se non sai cos’è un firewall, qui è spiegato bene.

Se usi WinXP con SP2, stai già usando un firewall, anche se forse non lo sai. Il firewall fornito con il SP2 di WinXp è, però, piuttosto misero, anche perché controlla solamente le connessione dannose in entrata e non filtra i programmi che tentano di accedere ad internet. Sempre meglio di niente, ma perché non proteggersi più seriamente? Se usi Windows, anche XP senza SP2, sei vulnerabile agli attacchi dei cracker. Ho trovato alcuni miei amici che pur avendo il SP2 di XP avevano disattivato il firewall. Non fatelo! A meno di non sostituirlo con un altro programma. La cosa migliore per proteggere il proprio computer è usare, oltre ad un buon antivirus sempre aggiornato ed ad uno, o anche più di uno, antispyware, anche un firewall. Ricordo a chi usi una connessione analogica attraverso un modem a 56k di dotarsi i un antidialer per evitare bollette stratosferiche. Un altro consiglio è quello di bloccare le telefonate agli 899, 144, 166 e compagnia bella presso il vostro fornitore. E’ una cosa semplicissima, ma che vi può salvare da molti problemi. Nel caso di una connessione a 56k è ancora più consigliabile del solito NON usare Internet Exploder che è fatto “apposta” per installare queste schifezze attraverso la “tecnologia” ActiveX. Usate Firefox o Opera e navigherete più tranquilli, oltre che meglio.

Tornando all’argomento firewall, qui potete trovare un elenco di alcuni firewall. Io personalmente uso ZoneAlarm, anche perché alcuni firewall che vorrei provare non sono compatibili con WinMe. Aggiornamento: per le vecchie versioni di XP non c’è più nemmeno un firewall che sia compatibile nella sua ultima versione 😦 . In ogni caso, l’aggiornamento di un antivirus è più importante rispetto all’aggiornamento di un firewall che è comunque efficace anche se non aggiornatissimo. Dopo aver scelto, installato e configurato a dovere un firewall (NON più di uno contemporaneamente!), visitate i siti qui sotto con il vostro browser preferito (ad esempio, Mozilla Firefox o Opera) e verificate di aver fatto un buon lavoro!

http://www.attivissimo.net/security/bc/pagina01.htm

broadband » Port scan

Turtle Firewall – On line Port Scanner

Il tuo browser ̬ sicuro? РSalvatore Aranzulla

PC Flank: Make sure you’re protected on all sides

Shields UP! — Internet Vulnerability Profiling

Ricordo che i router, che soprattutto chi usa una connessione senza fili Wi-Fi conoscerà bene, hanno al loro interno n firewall integrato. In questo caso, si parla di firewall hardware. Solitamente, il firewall del router è attivo sempre dal momento che è fatto per essere sempre connesso ad una o più reti. I vantaggi di usare un firewall del router (come farò sicuramente io, quando lo comprerò) sono:

Рla configurazione solitamente ̬ immediata e anche per i programmi di P2P come Emule ̬ solitamente necessario aprire due porte, ma tutto viene spiegato bene nel sito di Emule

– NON consuma risorse sul vostro PC: quindi per chi ha un PC vecchio o vuole risparmiare risorse è un’ottima soluzione

Р̬ indipendente dal sistema operativo. Se ad esempio, ora state usando Windows e volete collegarvi ad Internet con Linux o MAC non ha bisogno di nessuna configurazione ulteriore e sarete subito pronti per navigare

– se avete più di un PC, basta configurarlo una volta sola per tutti i PC

– se usate un modem ADSL usb, usando una connessione Ethernet migliora la stabilità del sistema operativo (che è quasi per forza Windows, visto che i modem ADSL usb sono difficili da far funzionare in atri ambienti), oltre che della connessione

– permette di creare una rete tra i PC collegati e scambiare file ad altissima velocità, anche tra sistemi operativi diversi

– i router hanno anche molte altre caratteristiche, come quella di condividere un disco fisso di rete, o una stampante e mille alte possibilità che non conosco e che comunque c’entrano abbastanza poco con questo articolo

Gli svantaggi, pochi, a questa configurazione possono essere:

– richiede una spesa che per un buon router supera i 50€ e la spesa aumenta se si usa un router che faccia anche da punto di accesso Wi-Fi

– non tutti i router hanno una configurazione facile e a portata di tutti. Ho sentito parlare bene del Netgear DG834G o GT (e penso che sarà quello che acquisterò tra breve) sia in termini di stabilità che di facilità d’uso, ma credo che questo discorso valga anche per molti altri modelli di altre marche. Qui un’ottima guida di configurazione per i Netgear.

– richiede una porta Ethernet sul PC. Tutti i computer abbastanza recenti ce l’hanno, per altri (come il mio) è da acquistare a parte. Costa spesso meno di 10€, comunque

– il traffico in uscita non viene praticamente controllato, al contrario di quanto avviene nei firewall software, come ZoneAlarm. E’ anche vero comunque che i rischi vengono soprattutto dall’esterno… Nel caso prendiate un virus, questo potrà comunicare tranquillamente con l’esterno. Tanto solitamente i virus migliori sarebbero comunque in grado di disattivare il firewall, quindi occhio e sempre all’erta!

Buona sicurezza a tutti! E se ci dovessero degli errori o delle imprecisioni, fatemi sapere con un commento all’articolo. E se qualcosa non fosse chiaro o spiegato bene, chiedete. I commenti sono fatti apposta 😉 …
🙂