Archive for the ‘netgear’ Category

OpenOffice.org 2.3 disponibile!

17 settembre 2007

E’ uscita ufficialmente la versione 2.3 del nostro amato OpenOffice!! In realtà già da ieri era disponibile sui vari specchi…

Cosa cambia rispetto alla precedente 2.2.1?

Sul fronte della sicurezza è stata corretta la falla CVE-2007-2834 che consentiva a dei file di immagine TIFF modificati di portare ad un buffer overflow e all’esecuzione di codice arbitrario.

La lista dei cambiamenti rispetto alla versione 2.2.1 la trovate sul sito di OpenOffice a questo indirizzo (40 pagine!!). Questi credo siano i cambiamenti più significativi (o che perlomeno sono riuscito a capire :mrgreen: ):

– Nuovo wizard per la creazione di grafici, anche 3D

– Numerose modifiche alle barre degli strumenti

– Possibilità di esportare i documenti in pagine Wiki

– Generatore di Report su OpenOffice 2.3 Base

– Nuove localizzazioni

– Aggiunta la funzione “anteprima nel browser”, per vedere l’effetto di visualizzazione prima della pubblicazione: questa funzione è stata aggiunta sotto il menu file

– Possibilità per le estensioni di aggiungere pagine di opzioni alla finestra di dialogo delle opzioni. Come scritto sul sito, questo può essere utile per renderla maggiormente usabile o per adattarla alle preferenze personali. Per rendere le estensioni di OpenOffice più popolari è stato aggiunto un collegamento a extensions.services.openoffice.org

– Migliorato il gestore per i crash

– Possibilità di di determinare la lingua di un testo automaticamente e questa funzionalità funziona senza l’ausilio di dizionari e quindi la lingua può essere determinata senza la necessità di avere un dizionario installato per quella lingua (funzione sviluppata durante il Google Summer of Code)

– la password di un documento cifrato viene richiesta finché non viene inserita quella corretta o la finestra di dialogo viene chiusa (finalmente 😀 )

– procede il lavoro per portare OpenOffice in MAC OS X con interfaccia nativa Aqua

– aggiunti i dizionari per il controllo ortografico dello Svedese, dello Slovacco e dell’Afrikaans

– correzioni varie per le architetture a 64bit

– migliorata l’esportazione in PDF, risolvendo molti problemi di posizionamento del testo

– correzioni di bug un po’ su tutte le piattaforme

Questo è quello che mi è balzato all’occhio, ma considerato che ho letto rapidamente potrebbe essermi sfuggito qualcosa di più importante. Non ho ancora visto un changelog semplificato per cui…

Purtroppo non è ancora disponibile nel nostro idioma, ma non dovrebbe tardare. Nel giro di qualche giorno sarà sicuramente disponibile per cui tenete d’occhio il sito italiano di OpenOffice o questo blog 🙂

Un ringraziamento alla squadra di programmatori di OpenOffice mi sembra più che doveroso!!

Tra l’altro, non l’ho riportato sul blog, ma alla lista dei sostenitori di OpenOffice si è aggiunta anche IBM (mica pizza e fichi 😉 ) che ha indirizzato 35 suoi programmatori ad OpenOffice 🙂 . Per approfondire, vi rimando a OssBlog e a PuntoInformatico.

Ho scritto questo post in fretta per cui perdonatemi eventuali errori…Li correggerò appena possibile…

Ciao!

🙂

OpenDocument o OpenXML?

18 agosto 2007

Mi capita raramente di creare un nuovo articolo solo per rimandare ad una notizia, ma questo è uno dei pochi casi. Cercherò anche di trarre qualche conclusione, aspettando le vostre impressioni…

Leggo su Slashdot un interessante confronto tra la penetrazione del formato di Office 2007 e OpenDocument, che è il formato usato principalmente da OpenOffice e KOffice, ma anche da molti altri software. Il confronto viene svolto “contando” quanto documenti nei due formati sono presenti su Internet e si vede come ODF (OpenDocument) sia molto più diffuso. Come alcuni hanno fatto notare, non si tratta di un metodo sicuro per dimostrare la penetrazione dei due software in quanto su Office 2007 e comunque possibile anche nei “soliti” formati binari .doc, .xls e .ppt, oltre che nei più nuovi .docx, .xlsx e .ppt, oltre al fatto, aggiungo io, che in entrambi i casi si tratta di numeri tutto sommato piccoli per poter decretare un “vinto” e un “vincitore”. Inoltre, da tempo esiste un’aggiunta gratuita che si può fare ad Office per permettere di salvare in OpenDocument, scaricabile da sourceforge. Vi invito ad approfondire la questione visitando anche i seguenti siti: http://www.geniisoft.com/showcase.nsf/archive/20070813-1201 e http://www.markshuttleworth.com/archives/132 , oltre a leggere i commenti su slashdot e sul blog geniisoft che aggiungono qualche considerazione interessante, da entrambi i punti di vista…

Questa è una mia rapida traduzione assolutamente non ufficiale dell’articolo di slashdot, per chi avesse difficoltà con l’inglese (così mi alleno anche per l’esame 😀 ):

“Negli otto mesi successivi al rilascio pubblico di Office 2007 (due mesi prima era disponibile solamente per la clientela aziendale), sono presenti meno di 2000 documenti in questo formato nella rete. Negli ultimi tre mesi, sono stati pubblicati in rete altri 13400 documenti in formato ODF, mentre ne sono stati aggiunti solo 1329 nel formato OOXLM (ndt: quello di Office 2007). Sarebbe difficile per Microsoft aumentare di 10 volte il numero di documenti OOXML, soprattutto tenendo conto del fatto che il 34% di questi nuovi documenti OOXML sono stati aggiunti su microsoft.com. Non mi sembra che questo sia un gran segno per la dominante suite d’ufficio di Microsoft.”

Tra l’altro la cosa buffa è che Microsoft ha chiamato il suo nuovo formato Office Open XML o semplicemente OpenXML, insistendo quindi molto sulla parola Open (quando in realtà tanto “open” non è). Verrebbe anche da chiedersi il perché di questa scelta così inusuale. Forse perché ha paura di OpenOffice e quindi vuole creare confusione tra gli utenti meno informati? Stranamente, non avevano altri nomi da dargli 😀 ?

In ogni caso, il fatto che la ISO continui a rifiutare il formato di Microsoft come standard è sicuramente una notizia positiva. Ricordo che OpenDocument è da diverso tempo standard ISO… Questo non potrà dirsi sicurezza di una vittoria certa di OpenDocument sul formato di Microsoft (è ancora troppo presto per dirlo), ma è sicuramente una buona notizia per noi amanti del software libero 🙂 …

Tra l’altro, Microsoft sta spingendo anche per l’adozione del formato XPS in luogo del superusato PDF (un lettore PDF penso che tutti ce l’abbiano installato sul proprio PC). E’ un formato praticamente sconosciuto e introdotto da poco, ma si può già leggere qualcosa sulla Wikipedia. E’ possibile salvare in questo formato da Office 2007, dopo aver scaricato da Microsoft un programma che permette anche il salvataggio in PDF. Installato .NET 3.0 viene creata una stampante virtuale, come avviene con il PDF da cui è possibile stampare da qualsiasi applicazione Windows. Come sempre, ho voluto sperimentare un po’ e ho utilizzato un documento PDF di solo testo di circa 350 pagine. L’originale in PDF occupa 3,94MB. Lo stesso identico documento stampato in XPS con la stampante ufficiale Microsoft occupa 133MB e 550MB se decompresso!! La differenza è che i PDF sono aperti e li leggo e li creo dappertutto con qualsiasi SO e con un’infinità di programmi, spesso liberi e gratuiti (oltre ad Adobe Acrobat), mentre gli XPS si creano solo su XP superaggiornato e su Vista, come se non esistessero altri SO. Almeno lo sforzo e le limitazioni producessero un file competitivo. Lascio trarre a voi le conclusioni 😉 [è stata solo una prova sporadica che non vuole in nessun modo considerarsi esaustiva: quando avrò più tempo ne farò delle altre un po’ più complete]…

Ciao a tutti!

Vi invito, come sempre, a lasciare commenti con le vostre impressioni, curiosità, miei errori, ecc

🙂

Router ADSL Netgear DG834G

13 aprile 2007

Ciao!

Come scrivevo nell’altro post, qualche giorno fa ho acquistato questo router. Le motivazioni per cui ho acquistato un router le ho scritte nel post relativo alla sicurezza che trovate qui. Le prime impressioni che ho avuto sono state decisamente positive. La configurazione (se si può chiamare così, visto che fa praticamente tutto in automatico) è davvero semplice. L’unica cosa per cui, ovviamente, bisogna configurarlo è per quei programmi che necessitano di avere delle porte aperte. Praticamente i programmi di P2P, come Emule e Bittorrent, che sono gli unici che finora ho configurato, ma ne voglio configurare anche altri, soprattutto per la rete di condivisione Gnutella. Skype, che non uso mai (anche perché mi blocca il PC se chiamo 😉 …) non ha invece bisogno di nessuna configurazione. Ad ogni modo, aprire le porte in entrata è davvero semplice ed è anche inutile spiegarlo visto che ci sono già delle ottime guide a questo scopo. Un’altra guida che ho trovato su come configurare Emule è questa, ma se avete difficoltà chiedete pure qui…

Onestamente mi aspettavo diversamente la rete Wi-Fi. L’avevo già usata da amici, ma mai configurata personalmente. Mi aspettavo che fosse più difficile, invece è veramente semplicissimo (come antenna ho usato l’adattatore USB WG111, sempre della Netgear). Non mi posso lamentare, visto che la connessione è molto rapida e automatica. Naturalmente la rete senza fili va protetta e per proteggerla ho usato WEP a 128bit. Sto pensando di usare WPA dopo che WEP è stato completamente bucato, ma sembra che il supporto sia ancora parziale. Mi informerò meglio e poi scriverò qualcosa. A questo proposito vi rimando ad una puntata del Vispodcast, dove Vincenzo parla esattamente di quest’argomento…

Ho avuto tristemente la conferma che la mia linea fa proprio schifo, veramente schifo. Prima lo dicevo senza numeri ed erano più che altro sensazioni, ora ho anche i “numeri”:

capture13-04-2007-153740.png

E il bello è che di sera/notte il margine di rumore si abbassa ulteriormente 😦 . Per interpretare questi valori, si può la stessa guida di prima. In pratica, dicono che con un margine di rumore inferiore a 5 ci sono quasi sicuramente dei problemi di allineamento. E io come massimo valore ho avuto 6… La centrale è a circa 4,5Km da casa mia. E per fortuna che sono praticamente in centro a Verona. Che vergogna! Ovviamente al 187 non sanno nemmeno di cosa stai parlando e i tecnici dicono che non si può fare niente. Ancora peggio: la colpa potrebbe essere mia visto che il router potrebbe non essere compatibile con le linee Telecozz. Che ignoranza (è comunque vero che 2 o 3 anni fa ci sono stati dei problemi di perdita di portante con questo router, ma sono stati da tempo risolti) … Per la linea che ho si comporta fin troppo bene, considerato che è riuscito a mantenere portante piena con un margine di rumore di 2db…

Tornando in argomento, mi aspettavo che la copertura Wi-Fi fosse maggiore. Io, infatti, ho la chiavetta a massimo 5 metri dal router e ho una copertura di 5 o 6 su 8. Mi aspettavo una copertura migliore dal Wi-Fi, però non l’ho provato in condizioni estreme. Lo sto usando (per adesso) in Wi-Fi per provarlo il più approfonditamente possibile, per vedere se sarei riuscito a configurarlo e soprattutto perché non sono riuscito a far andare in nessun modo (ho appena formattato, quindi non ci dovrebbe essere problemi software) la scheda ethernet che avevo appena comprato. Per fortuna, sono riuscito a farmi restituire i soldi in contanti. Ne comprerò un’altra appena ne avrò l’occasione…

Il firewall interno è ottimo, oltre che semplice da configurare. Ho fatto tutti i test possibili e li ha sempre superati al massimo. Tra l’altro, risparmia il carico di memoria al PC e permette prestazioni migliori, secondo me. Per esempio, con Emule e ZoneAlarm non ho mai avuto velocità superiori a 15KB/s, pur avendo ID alto, la rete Kad connessa e il firewall perfettamente configurato. Ora ho ottenuto picchi anche di 130KB/s. Considerando che sto condividendo pochissimo, è un bel risultato.

Anche per quanto riguarda il ping si è dimostrato molto valido (sono in interleaved, ovviamente), con una media di circa 40ms verso 192.168.100.1 (che è praticamente l’IP della centralina Telecom più vicina). Con il modem di prima, la media era di circa 45ms. Facendo il ping dal PC e non dalla diagnostica del router ottengo valori di circa 50ms.
Scaricando da normali server http ho ottenuto picchi di 250KB/s e anche di più (il massimo teorico della 2 mega è 256KB/s) e quindi sono pienamente soddisfatto, anche perché la connessione è comunque in Wi-Fi. Con il modem di Alice non ero mai riuscito a superare i 240KB/s.

Avendo un solo PC non ho purtroppo potuto testare la qualità della linea LAN e WLAN e il trasferimento di file nella rete interna.

L’unico problema piuttosto serio che sto avendo soprattutto oggi è quello dell’irraggiungibilità di alcuni siti (lo stesso sito della Netgear, ad esempio). Credo che questo sia dovuti ai DNS e quindi non credo che sia imputabile al router. Indagherò anche su questo…

Dimenticavo di dire che questo router supporta sia l’ADSL “normale” che quella 2/2+. Quindi nessun problema se la vostra linea è ADSL 2+ (se la banda è superiore a 8Mb/s allora avete una linea ADSL 2/2+)…

A parte qualche irrilevante problema dovuto principalmente alla mia linea da terzo mondo, lo considero un buon acquisto. Ah, il prezzo si aggira sui 90€ circa. Nella confezione si trova tutto il necessario e anche la chiavetta USB Wi-Fi di cui ho parlato sopra.

Se ci fosse qualcun altro con questo router, si faccia sentire per condividere la sua esperienza…

Se avete domande prima dell’acquisto, chiedete pure e cercherò di aiutarvi.

Voi come vi collegate ad Internet? Modem o router? USB o ethernet? O forse da una linea analogica 56k? Sono curioso…

Ciao

🙂

AGG: come non detto 😦 . E di sera sono anche arrivato ad 1db. Guardandola dal lato positivo, direi che per reggere in queste condizioni, il router dev’essere anche buono 😉 … Che schifo di linea che mi ritrovo 😦 …

capture20-04-2007-150716.png