Archive for the ‘internet’ Category

Salvare immagini in locale con OpenOffice.org Writer

23 giugno 2010

Ciao a tutti 🙂 . Penso di aver fatto il record, stavolta, con quasi un anno e mezzo di distanza dall’ultimo articolo 😉 … C’è ancora qualcuno che legge questo sventurato blog =) ?!

Solo un post veloce, quasi un promemoria anche per me, ma che potrà tornare utile a tanta gente, penso, che ha il mio stesso problema e su internet non è così veloce e facile trovare la risposta (e districarsi fra gente che non ha capito il problema e domande mai risposte). O almeno, io c’ho provato, ma mi sono stufato e ho preferito cavarmela da me (e ogni volta mi dimentico come si fa =D ).

Beh, vi è mai capitato di fare copia incolla di una pagina internet su Writer? Vi sarete accorti che le immagini contenute nella pagina non vengono realmente salvate nel vostro documento (come comportamento predefinito), ma ne viene salvato solamente il collegamento, con i diversi problemi che ne conseguono:

  • se non si ha a disposizione una connessione ad internet, l’immagine non sarà visibile se la connessione è lenta
  • ci vorrà molto tempo a scaricare le immagini e ogni volta che si apre il documento si perde un sacco di tempo
  • se l’immagine viene cancellata o spostata dal server (cosa molto frequente), rimarrà un triste riquadro bianco e l’immagine non si vedrà più

L’unico vantaggio sta nella dimensione del file che evidentemente rimane più piccola non salvando l’immagine in locale, ma non mi sembra una gran consolazione. Come fare a salvarla fisicamente all’interno del file per averla sempre a disposizione? In realtà è più semplice di quanto possa sembrare, ma purtroppo non molto intuitivo.

Basta andare su Modifica – Collegamenti, selezionare le immagini desiderate e cliccare su Interruzione. Tutto qui 🙂

A questo punto vi accorgerete che aumenterà la dimensione del file, ma le immagini verranno salvate permanentemente all’interno del file 🙂

A presto 🙂 … Chissà che durante l’estate non riesca a pubblicare qualcosa, ma non mi sento di promettere niente, anche perché quest’estate si promette molto pieni di impegni e di cose, anche belle, da fare 🙂

Voi, affezionati lettori (se mi avete ancora nel lettore di feed non potete che esserlo e ve ne ringrazio =) ), come state? Vi ricordo che la mia mail è sempre la stessa e che sono contento di ricevere posta da parte vostra 🙂 . Lasciate pure commenti dove volete che mi fa piacere leggerli 🙂 … Durante l’attesa (spero non troppo lunga) di un prossimo articolo non posso che consigliarvi di fare un giro per il blog. Potreste trovare qualcosa che vi interessa 🙂

Un saluto a tutti e un arrivederci a presto 🙂

Sleeping

Annunci

Perché OpenOffice 3 non funziona su Win98 e WinME

22 novembre 2008

Come vi avevo già anticipato, la nuova versione di OpenOffice non è disponibile per la famiglia 9x di Windows che comprende Win95, Win98 e WinME. L’ultima versione per Win98 e WinME sarà quindi la 2.4.1, mentre l’ultima funzionante su Win95 è la ormai obsoleta 1.1.4 che, tra l’altro, è anche attualmente difficile da trovare… Nel frattempo (da quando ho iniziato a scrivere l’articolo ad adesso che l’ho pubblicato è passato quasi un mese =D ), ho scoperto OldApps, dove si possono appunto trovare queste versioni, che presto diventeranno obsolete, senza contare che probabilmente saranno anche in inglese… Presto installerò Windows 98 SE su Virtualbox per provare di persona 😉 , visto che non mi piace scrivere di ciò di cui non ho un’esperienza diretta…

Ormai i programmi che funzionano con questo SO sono sempre meno. Esiste però un progetto chiamato KernelEx che mira a creare un layer di compatibilità per far funzionare su Win98 e  WinME le applicazioni progettate esclusivamente per Win2000 e superiori. Questo permette di far funzionare Firefox3 e diverse altre applicazioni non disponibili nativamente per questo SO, mentre non è efficace per OpenOffice3 (almeno per ora)… Altri software, ad esempio Google Chrome e diversi software firewall, richiedono Windows XP con SP2 e superiori ed escludono quindi anche Windows 2000 e Windows XP, se non equipaggiato del SP2 (cosa calorosamente consigliata, comunque!)

Ma vorrei partire da questo per creare un piccolo dibattito e scambiare qualche opinione con voi, visto che un argomento che mi interessa 🙂 … Cosa ne pensate? Nel senso, usate ancora uno di questi sistemi operativi, fregandovene del fatto che quasi due anni e mezzo fa sono state abbandonati al loro destino da Microsoft? Siete tra quelli che usano sempre l’ultima versione di un software (e possibilmente anche versioni alpha e beta =D ) oppure non vi interessa e raramente aggiornate i vostri software se non ne avete una reale necessità o vantaggio? Oppure siete nel gruppo di quelli che vorrebbero avere l’ultima versione di un software che funzioni su più SO possibile, a costo anche di dover ridurre le nuove funzionalità o di un maggiore peso in memoria per mantenere appunto la compatibilità, oppure preferite abbandonare “vecchie pattaforme” per rendere lo sviluppo di un nuovo programma più snello e permettere di aggiungere nuove funzionalità che potrebbero non funzionare su un vecchio SO? Pensate che questa corsa non faccia che favorire alla fine Microsoft permettendole di vendere più licenze di Windows? Qual è il vostro rapporto con questi SO e quanto è importante per voi la retrocompatibilità? Insomma, a voi la parola =)

Il discorso, con qualche differenza, si può estendere anche ad ambienti non-Windows, come Linux e Mac OS, e anche ad altri campi della tecnologia 🙂

Blogger Pizza Dinner

22 novembre 2008

Ciao a tutti 🙂

Come va? Spero tutto bene! Io ho iniziato il secondo anno da tre settimane e non si può certo dire che sia facile! A detta di alcuni, il secondo anno dovrebbe essere quello più facile perché ti sei già ambientato e non hai il problema di pensare alla tesi, per altri è il più difficile perché i professori, conoscendo appunto i due motivi di cui vi ho appena parlato, non si fanno nessun problema a pretendere di più =D … Comunque sono soddisfatto e imparare nuove lingue mi piace 🙂 … Avevo anche iniziato un corso per lingua dei segni (quella dei sordi, per intenedersi), ma poi l’ho abbandonato quasi subito, soprattutto quando ho scoperto che la lingua dei segni che c’insegnavano era solo per l’Italia. Io speravo fosse almeno europea… Una sera mi sono anche messo ad imparare l’esperanto (anche se non so quanti di voi sappiano realmente cos’è…) e mi ha colpito molto. E’, a mio avviso, una lingua diversa dalle altre… Magari ve ne parlerò più avanti 🙂 …

Vabbè, tanto probabilmente non interesserà a nessuno…

Come forse avrete visto, sono molto meno su internet rispetto a qualche tempo fa, un po’ perché le lezioni sono molto impegnative da seguire (il mercoledì abbiamo 10 ore, dalle 9 alle 19, e senza nemmeno una pausa per mangiare che non siano i cosiddetti quarti d’ora accademici e vi assicuro che seguire tutte lezioni in lingua, e per giunta in lingue diverse, non è una cosa molto rilassante =D ) e quando torno a casa sono piuttosto distrutto… Ma non è solo questo… E’ una certa diffidenza che mi sta venendo nei confronti di internet, ma anche di moltissime altre, di amicizia di facciata e un sacco di altre cose. E’ un periodo un po’ di riordino della mia vita, se si può dire così =D … Ma magari ne parlerò più avanti, quando riuscirò a riordinarmi un po’ le idee 😉

Vorrei sentire anche la vostra opinione sul “fenomeno FaceBook” che, non pensavo nemmeno io, ma è davvero molto diffuso, anche tra chi di internet e reti sociali non sa praticamente niente… Mi ha fatto un certo effetto vedere che, nei PC dell’Università, molte delle persone vicino a me stanno navigando appunto su FB… L’opinione di Alex già si conosce e sostanzialmente la condivido, anche se forse io non ho mai attivato tutte le applicazioni o accettato tutte le amicizie di gente che già non conoscessi… Ma anche di Facebook vorrei parlare un’altra volta (quanti articoli in bozza ho :-/ ?!)… Stavo anche pensando di quasi abbandonarlo e lasciare il mio indirizzo mail e quello del blog per chi avesse voglia di contattarmi 🙂 … Tra l’altro, se devo scegliere, preferisco di gran lunga Netlog ed il suo approccio, piuttosto che quello di FB…

Dopo quasi 500 parole, cerco di venire al dunque di questo post =D … Sono molto contento di essere stato invitato alla pizzata tra blogger e podcaster che si terrà a Roma ai primi di Gennaio… Un grazie in particolare a Davide, Alex e Claudio che hanno pensato anche a me 🙂 (spero di non aver lasciato fuori nessuno…)! Come dicevo anche ad Alex, dopo qualche perplessità iniziale (sto inziando ad essere diffidente un po’ verso tutto in questo periodo =D ), volevo dare la mia adesione, ma prima volevo controllare i treni. Purtroppo non posso permettermi di spendere così tanto, soprattutto contando che per ora non ho praticamente entrate, dedicandomi a tempo pieno allo studio… Mi dispiace mancare a questa occasione, ma sinceramente avrei sperato che i treni costassero un po’ meno, senza contare che se non si prendono Eurostar che costano tantissimo, ci si mettono anche 8 ore per la sola andata… Se però si organizzasse tra qualche tempo un incontro in qualche città un po’ più vicina, sarei contento di partecipare 🙂 … O magari se qualcuno passa da Verona o da Trieste =D … Però fatemi poi sapere come va, magari anche con qualche foto =D

Tornando fuori argomento (tanto ormai questo blog non ha più un argomento e si potrebbe anche modificare l’intestazione =D), qualcuno conosce dei podcast in spagnolo, in francese, in tedesco o in inglese? Dopo una rapida ricerca ho trovato solo podcast per apprendere la lingua, di grammatica e cose così, ma sinceramente mi stufo ad ascoltarli =D … Di francese conosco già L’Atelier Numérique che mi ha gentilmente consigliato Alex, anche se devo ancora iniziare ad ascolarlo e anche in inglese non credo sia difficile trovarne, ma se volete risparmiarmi una ricerca in particolare per quelli spagnoli e tedeschi ve ne sarei grato 🙂 …

E visto che in questo post si è parlato un po’ di tutto, ne approfitto anche per dare il bentornato ad Alex nel podcasting 🙂

Un saluto a tutti! E a presto 🙂

Disponibile la nuova versione 3.0.0 di OpenOffice :-)

14 ottobre 2008

Qualche giorno di ritardo rispetto all’iniziale tabella di marcia che lo dava disponibile per la fine di settembre è la “spesa” che abbiamo dovuto pagare per quest’ottimo aggiornamento di quest’ottimo software =D

Uno dei software a sorgente aperto più amati e diffusi si aggiorna alla nuovissima versione 3.0.0 che era attesa da molto tempo 🙂 … Io ne ho seguito lo sviluppo dalle varie fasi di alpha, beta e RC che si sono succedute: in un certo senso l’ho visto migliorare passo dopo passo 😀

Non ho ancora letto di preciso il changelog della versione finale (che è poi identica alla RC4) e adesso è tardi per guardare visto che il sito di OpenOffice è giù e riporta solo una pagina in cui si può procedere allo scaricamento ed i vari specchi sembrano essere anche piuttosto veloci. Ma perché non favorire lo scaricamento attraverso BitTorrent o eMule per la prima settimana dal rilascio?!?… Per farvi capire la quantità immane di dati che sono stati scaricati solo in questi due giorni dal rilascio ufficiale, leggete qui! I cambiamenti sotto il cofano, comunque, sono davvero un’infinità!! Si va dalla correzione di piccoli (o grandi… ) bachi, all’eliminazione di codice superfluo fino all’aggiunta di nuove caratteristiche minori e meno visibili… A questi indirizzi, trovate tutte le modifiche che sono state fatte durante le varie RC (piuttosto incomprensibili se, come me, masticate poco questo linguaggio =D )

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc1.html

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc2.html

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc3.html

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc4.html

Le novità che c’aspettano sono molte e anche piuttosto interessanti, anche se non tutte immediatamente visibili:

(more…)

Non saprei che titolo mettere =D

17 settembre 2008

Penso che dopo tutto questo tempo di silenzio, sia arrivato il momento di scrivere qualcosa, o per lo meno il motivo di questo silenzio così lungo… Per prima cosa, il minimo che posso fare è ringraziare di cuore Gabriele che mi ha fatto davvero un bel regalo per il compleanno che ho festeggiato il 15 settembre! Innanzitutto grazie di esserti ricordato e per gli auguri! E soprattutto per il regalo assolutamente inaspettato e gradito che potete già ammirare sulla testata del blog 🙂 ! E’ davvero molto bello e l’ho subito applicato! Grazie davvero per il tempo che sicuramente c’avrai dedicato. Io di sicuro non sarei stato in grado: non saprei nemmeno da dove cominciare. Complimenti e grazie ancora 🙂 ! Chi mi conosce meglio saprà che preferisco i gatti ai cani 😀 , però è molto bello anche così 🙂

Beh, alcuni di voi mi hanno chiesto il motivo di questo silenzio o almeno di continuare a scrivere qualcosa. Vi ringrazio davvero per l’interesse! Fa davvero molto piacere sapere che quello che si scrive può essere utile o comunque apprezzato da qualcuno 🙂 … E chissà se c’è qualcuno che dopo tutto questo tempo è ancora abbonato al feed o visita di tanto in tanto il blog… In realtà le visite sono addirittura aumentate da quando non scrivo più ed è una cosa anche piuttosto strana. Da quando non scrivo un nuovo post, ho tra le 250 e le 400 visite al giorno, secondo le statistiche di WordPress… Non me lo so molto spiegare, sinceramente…

Il motivo, che è in realtà non è nemmeno uno solo, l’ho sostanzialmente spiegato in una mail che ho scritto a GialloPorpora (l’ho un po’ modificata per rendere il tono un po’ meno acceso…):

“Adesso non ho oggettivamente tempo per aggiornarlo per esami, carte varie per l’università e moduli da compilare per la riduzione delle tasse cose così, però è evidente che quest’estate avrei avuto senza dubbio tempo di scrivere. La verità è che mi sento inadeguato, forse ho troppa paura di scrivere cose di cui non sono perfettamente certo e di contribuire alla totale disinformazione che c’è in qualsiasi campo e oggi forse ancora di più con internet in mano anche a tantissimi bimbiminchia e gente che si nasconde dietro a paroloni ma che in realtà è ancora più ignorante di me… Basta solo vedere quante leggende fatte passare per certezze ci sono su come velocizzare emule e tutte sono assolute false. Una volta chi scriveva era chi sapeva, oggi non so se è più così… E questo è stato uno dei motivi che mi ha spinto a creare una guida che contenesse quello che secondo me è sicuramente vero, sperando che ci sia uno in più che legge una guida su cose vere e non su leggende. Non sono però sicuro di aver ottenuto il risultato perché più la leggo e più mi rendo conto che è incompleta e poco chiara (è stata comunque una soddisfazione vedere che cercando “emule veloce” o “emule sicuro” su Google e ai primissimi posti… speriamo che abbia ridotto un po’ la disinformazione che gira)… Basta fare un giro su Yahoo Answers per vedere come un portale secondo me ben strutturato e potenzialmente utile sia rovinato da assoluti ignoranti che fanno passare per legge le s*******e che scrivono e vedere che la gente ci crede.
Mi sarebbe piaciuto scrivere qualcosa sulla virtualizzazione dopo tutti gli esperimenti che ho fatto con virtualbox e le varie copie modificate di xp et similia (e anche di Linux, ma di questo voglio parlare in un altro post) create con nlite, ma mi sono reso conto di quanto in realtà sia ignorante e di quante altre guide ci sono fatte 100 volte di quella che potrei scrivere io con il massimo impegno e cercando di scrivere tutto quello che so. All’inizio forse la sentivo meno, ma ora avverto una certa responsabilità quando scrivo. Tanto per fare un esempio, solo l’articolo che ho scritto su come leggere i docx su OpenOffice e gli odt su Office è stato letto quasi 50000 volte, quello sul router 25000, quello su OpenOffice più di 10000 e così via… E sicuramente ci saranno delle parti che non saranno più nemmeno aggiornate, ecc (per non parlare di quello sui docx che ormai è praticamente inutile eppure citato da moltissime parti per essere il primo cercando docx openoffice)…
Sostanzialmente sono impreparato su questi temi… quel poco che so non ha nessuna base teorica e comunque non è molto approfondito… Ho studiato ad uno scientifico con risultati scadenti sia in matematica che in fisica e adesso studio (con decisamente più soddisfazione) lingue… Scrivere un blog così mi sembra quasi una presunzione, quasi a mettermi sopra a gente che ne sa mooolto più di me e pensare di poter scrivere qualcosa di originale. Per non parlare del post dul router in cui mi fanno domande molto complesse a cui non so rispondere… A questo aggiungerei anche una certa sfiducia che mi sta venendo verso internet a cui pure devo dedicare un post…”

Se avete qualcosa da aggiungere o opinioni da dare, anche negative (sono pronto a qualsiasi critica), i commenti sono lì apposta. E soprattutto adesso mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, l’importante è che siano veramente cose sincere 🙂

Buon compleanno al blog :-) !

19 febbraio 2008

Eh, già… Anche se nessuno se n’è accorto è passato un anno da quando ho aperto il blog :mrgreen:

Come in tutte le ricorrenze di queste tipo, vediamo di fare un bilancio di quest’anno che abbiamo “trascorso insieme” 😀

Ricordo che è stato soprattutto grazie a Gialloporpora e ad Alex che mi sono convinto ad aprire un blog 🙂 … Grazie davvero per il consiglio! Quest’anno il blog mi ha regalato tante soddisfazioni 🙂 . Non mi sarei aspettato tante visite quando l’avevo aperto a suo tempo e invece è stato bello vedere come il numero delle visite, ma soprattutto dei commenti, sia decisamente sopra le mie aspettative. Per quanto riguarda i commenti, posso dire che ho trovato persone interessanti con cui, al di là di un commento su un blog, si possono scambiare opinioni tranquillamente. Sembrerà una banalità, ma è stato anche grazie al blog che ho scoperto che ci sono delle Persone al di là dei commenti 😀  . Posso anche dire di aver ricevuto stimoli per approfondire diversi argomenti, in particolare per quanto riguarda le reti e eMule grazie all’articolo che ho scritto sul router Netgear che è quasi diventato, con mio grande piacere, un punto di passaggio di molte persone che mi chiedono consigli o con cui si cerca insieme di risolvere diversi problemi su quest’argomento 🙂 …

Senza dilungarmi oltre ed evitando di annoiarvi inutilmente, voglio davvero ringraziarvi tutti, anche chi è solo stato anonimamente di passaggio, ma soprattutto chi si è fermato a commentare e i “fedeli” del blog, che mi fanno davvero moltissimo piacere. Ne approfitto per invitare chi legge il blog in modo anonimo a commentare e a partecipare attivamente, così potremo conoscerci meglio 🙂 !

Che dire, tanti auguri blog e cento di questi post :mrgreen:

Un saluto a tutti 😛

🙂

Rendiamo eMule veloce e sicuro!

12 gennaio 2008

PREMESSA: QUESTO POST NON VUOLE IN ALCUN MODO INCITARE LA PIRATERIA DI ALCUN GENERE, MA SOLO ESSERE D’AIUTO PER CHI UTILIZZA QUESTA RETE PER LO SCAMBIO DI MATERIALE LEGALE (quindi materiale Creative Commons o materiale per cui il copyright sia scaduto o non ci sia mai stato, ecc). Ricordo, per esempio, che il famoso portale per scoprire nuova musica sotto licenza CC Jamendo (e sicuramente non solo lui) prevede lo scaricamento dei file anche attraverso BitTorrent o eMule per ridurre i costi di banda, quindi è sempre più importante saper configurare correttamente questo programma 🙂 …

Per vedere il grado di salute del vostro mulo, si fa riferimento alle due freccette che compaiono in basso a destra e che devono essere entrambe di colore verde (in questo caso si parla di ID alto, per quanto riguarda i server). Se una delle due o entrambe non lo sono, non potrete ottenere il massimo da eMule. Vi consiglio anche di leggere questa guida, anche se mi permetto, per l’esperienza che ho avuto, ma non la voglio far passare per regola generale (vedi sotto) di non sconsigliare l’utilizzo dei modem router come c’è scritto nella guida 😉 , anche se per un P2P non estremo credo siano adatti (forse quelli da 15€ no, però :mrgreen: ). Per avere entrambe le freccette verdi ci sono diverse possibilità [mi dispiace di dover dividere il post, ma non ho altra scelta, vista la lunghezza]: (more…)

Podcast Day 2007 (stavolta definitivo :-D )

28 ottobre 2007

Alla fine sono riuscito anch’io a decidermi di presentare i miei tre podcast a scelta. La scelta è stata abbastanza difficile perché avrei voluto inserirne più di tre, ma le regole sono regole 😀 … Ci tengo a precisare ai podcaster che non saranno nella lista che il motivo non è perché non vi ascolto o il vostro podcast non mi interessa, ma semplicemente perché ho dovuto per forza fare una scelta. Iniziamo, in ordine sparso, per non fare torto a nessuno 😉 …

Il Nissardo: in questo podcast si alternano argomenti tecnologici ad argomenti più vari. Come dice anche Andrea ci sono puntate più tecniche ed altre meno, ma vi assicuro che, anche se le puntate durano mediamente un’oretta (Andrea prova sempre a farle più brevi, ma è riuscito solo poche volte a fare una puntata più breve 😀 ), non c’è spazio per la noia. Il Nissardo infatti è uno dei podcast in cui secondo me si ascolta la migliore musica CC e Andrea sa sapientemente alternare la parte parlata alle sequenze musicali. Nelle ultime puntate, inoltre, si è aggiunta anche Francesca che (secondo me) ha un forte accento toscano e questo rende il podcast anche linguisticamente interessante per me che non conosco nessuno in Toscana. Vi ricordo che Andrea tiene anche un blog aggiornato quasi quotidianamente con le principali notizie tecnologiche e non del momento (un motivo in più per abbonarsi). Assolutamente da ascoltare! FEED

Microsmeta Podcast: se invece preferite podcast più brevi e che parlano di tecnologia vi consiglio Microsmeta. Le puntate durano senza dubbio meno di quelle del Nissardo e sono, come dire, più “concentrate” di tecnologia e d’informatica, tralasciando un po’ la componente musicale (non si può avere tutto 😀 ). Negli ultimi tempi, Alex si sta anche aggiornando per rendere il podcast anche un video-podcast con l’aggiunta di alcuni video (qualche esperimento l’aveva fatto anche in passato, ma stavolta ha più esperienza e sicuramente il risultato sarà ottimo), degli interventi di altri blogger e podcaster e ha anche aggiunto il feed per chi utilizza una connessione mobile con il cellulare, che ovviamente ha esigenze diverse (anche di banda) rispetto ad una connessione ADSL casalinga. Un podcast in continuo movimento e aggiornamento :mrgreen:FEED

Nel Garage: l’esperienza di Michele fatta con Bosforocast si sente anche in questo podcast. Questo podcast è prevalentemente musicale e la musica che viene passata è ovviamente Creative Commons, come quella degli altri podcast indipendenti e si concentra in particolare sulla musica punk, garage rock, reggae, ska, psychobilly… Anche se il podcast è prevalentemente musicale, come ho detto, questo non vuol dire che non ci sia spazio anche per la parte parlata. Michele infatti è molto simpatico e ha, per dirla complicata, un registro linguistico non troppo forbito 😆 e questo condisce la musica con molta ironia e simpatia. Anche in questo caso, la noia se ne sta bella distante 🙂 ! FEED

Ne ho tralasciati molti altri 😦 … Avrei voluto parlarvi, per lo meno, di Tecnica Arcana (magistralmente condotta da Carlo di cui però vi avevo parlato molte altre volte: la puntata sul P2P e sull’ADSL sono ottime e sono rimaste per me tra quelle che ho preferito 🙂 ), di Rockcast Italia (con la migliore musica Rock Creative Commons e non solo disponibile), di Itacast (perché non c’é Italiano più Italiano di un Italiano residente all’estero! Itacast è un podcast quasi mensile prodotto da due italiani residenti all’estero. Si ascolta buona musica e si discute del viaggio come scelta di vita), del Nanello (podcast musicale con musica principalmente elettronica e techno che dopo molto tempo di silenzio e tornato al computer e presto anche al microfono 🙂 ), di Radiografia (podcast condotto da due giovani folli milanesi 😀 ), di Scientificast (podcast, questa volta serio 😀 , su tematiche scientifiche, ma non solo capace di appassionare anche chi come me non è troppo appassionato di temi scientifici), della Tartaruga Tecnologica (un podcast che parla di informatica in modo semplice: se siete interessati all’informatica, ma al tempo stesso non siete molto esperti e volete che qualcuno vi spieghi semplicemente questo cose, la Tartaruga è il podcast che fa per voi 🙂 ), dell’Everyday Show with PB (con la migliore musica metal e rock rigorosamente CC e un tocco personale di simpatia di “un dottore in chimica con il pallino del podcast!!!” ), del The Funny Show (ogni settimana Funny conduce uno spettacolo di intrattenimento radiofonico ideato, condotto e registrato da lei, con diversi personaggi, per proporre il meglio della musica Rnb e Soul tratta dall’underground mondiale: definizione copia-incollata dal suo sito, ma non vedo il motivo per cui cambiarla visto che è già molto chiara), del Vispodcast (anche in questo caso, un podcast tecnologico che esprime il punto di vista personale di Vincenzo sulle notizie tecnologiche, dandoci modo di mettere ordine e di orientarci tra tutte le notizie che si susseguono giorno dopo giorno) e mi sembra (spero…) di non aver dimenticato nessuno…

Mi scuso per il ritardo e anche per essere stato, come al solito, troppo prolisso, ma alla fine anch’io sono riuscito a fare una lista dei miei podcast preferiti 🙂 …

Complimenti ancora agli organizzatori del Podcast Day per l’ottima idea e buon podcast a tutti 🙂

Ciao ciao!

🙂

Computer in panne. Aiuto!

8 ottobre 2007

Avrei voluto pubblicare almeno un paio di articoli in questi giorni, ma purtroppo si sono verificate una serie di sfortune e soprattutto di sfortunate coincidenze col PC, tanto che a cercarle apposta forse non ci sarei riuscito 😦 … Vi racconto qualche cosa visto che mi sembra anche tristemente divertente…

1) ieri ho disinstallato Active Virus Shield perché pensavo non mi servisse: sono sempre stato senza antivirus e non ho mai preso niente e soprattutto ogni tanto mi rallentava troppo il lavoro ed ero costretto a chiuderlo perché mi occupava il 100% di CPU. Nel caso mi dovesse servire, al massimo l’avrei reinstallato

2) Ieri inserisco una normale chiavetta con delle normali foto e copio alcune foto sul disco. Tutto assolutamente normale, poi spengo il PC. Quando ritorno mi sembra tutto normale, ma quando avvio il programma per masterizzare, mi dice che c’è un errore e non può avviarsi. A me serviva assolutamente e così provo ad disinstallarlo e reinstallarlo, ma non c’è niente da fare. Nel gestore processi vedo che c’è qualcosa di strano ed inizio ad insospettirmi

3) La prima cosa che faccio è recuperare il file di installazione di AVS e avviarlo (so che non è più disponibile, ma avevo qualche codice di licenza mai utiilzzato da parte). La prima volta la classica schermata blu di morte (che sinceramente è la prima volta che vedo sul mio nuovo PC) e soprattutto il computer si resetta da solo. Qua ho capito che era iniziata la battaglia 😀 . Faccio ripartire l’installazione chiudendo qualche processo che mi ispirava poca fiducia. Questa volta va a buon fine, ma non mi accetta nessuno dei codici di licenza che avevo: penso che abbiano bloccato la possibilità di nuove installazioni: quindi chi ce l’ha bene, ma non si può più installarlo. Io credo sia così se qualcuno è più informato si faccia avanti. (se qualcuno di voi già lo usa tenetevelo ben stretto che è il miglior antivirus!)

4) Faccio partire la scansione antispyware con A-squared che dopo un po’ mi trova 90 elementi probabilmente infetti (ottimo!!) e nel frattempo scarico Avira Antivir che molti sostengono essere il miglior (o comunque uno dei migliori) antivirus gratuito e lo scarico. Al termine dell’installazione mi dice che non può avviarsi perché il file taldeitali è stato modificato, probabilmente da un virus. Io capisco tutto, ma se installo un antivirus è perché ho un virus o no?

5) Faccio la scansione on-line di Kaspersky (che ho avuto qualche problema a far digerire a IE per delle protezioni ActiveX) e mi rileva due virus. Ovviamente non può eliminarli perché non è il suo scopo e per farlo bisogna pagare

6) Ripiego su un altro antivirus gratuito abbastanza conosciuto che ho sempre usato e di cui evito volontariamente di fare il nome per non insabbiarlo troppo (non è il Norton, ovviamente, anche perché non è gratuito…). Inizia la scansione e comincia a trovare un sacco di file infetti e la cosa mi sembra un po’ strana. Praticamente tutti i file .exe che avevo sotto documenti per lui erano infetti e la cosa mi sembra alquanto strana. Alcuni sono sicuramente virus, ma non può dirmi che WengoPhone è un virus. Poco male, alla fine della scansione gliei faccio saltare e amen. Il problema è che questo schifo mi cancella 6 file secondo lui infetti SENZA DARMI POSSIBILITA’ DI NON FARLO! E così mi ritrovo con explorer.exe che è un componente sui cui praticamente si basa la parte grafica di Winzozz allegramente eliminato, insieme ad un altra trentina di file curati non si sa perché e ad altri 3 file cancellati di cui ignoro il nome (saranno sicuramente dei file di sistema) e noto subito che è sparita la barra start ed il desktop!! Ho sperato almeno che li avesse messi in quarantena in modo da recuperarli o che avesse almeno creato un registro per vedere cosa aveva eliminato. Nulla!! Sei file sono spariti e 30 sono stati “curati” e io non ne so nulla!! Come si fa a fare un antivirus che cancella file a caso e non ti dice nemmeno cos’ha cancellato senza la possibilità di recuperarli?!?!

7) Nel frattempo Winzozz non si avvia più visto che manca explorer.exe. L’unica cosa che riesco a fare è entrare in modalità provvisoria, ma l’unica cosa che posso fare è ctrl-alt-canc e vedere XP che occupa miracolosamente 50MB di RAM 😀 . Da qui provo a dare il comando explorer, ma mi dice che non esiste. Vado col caro vecchio DOS di XP che si avvia anche senza grafica e copio il file explorer.exe da WinME a XP (con qualche ripassata della sintassi del comando copy che fa sempre bene 🙂 ). Niente: riesco a copiarlo, ma non dà segni di vita

8) Disperato, cerco un essere vivente che possa darmi qualche consiglio e trovo miracolosamente Frankie che qualcuno di voi conoscerà. Gli chiedo se può passarmi explorer.exe visto che anche lui usa XP Home SP2, quindi non dovrebbero esserci conflitti (a me basta che si avvii per recuperare le mie cose e poi formattare). Mi dice che non può perché l’ha diviso in due. Proprio io dovevo beccare l’unico al mondo che divide in due explorer.exe (scherzo, Frankie :mrgreen: )? Non so come, ma mi dice che esiste una copia di explorer.exe in C:\Windows\System32\dllcache. Ottimo. Almeno adesso lo copio al posto del vecchio explorer.exe di WinME e sono a posto. Adesso la modalità provvisoria si avvia con la grafica ed è già molto! Il programma per masterizzare ancora non si avvia…

9) Conclusione della storia: sto scrivendo dal vecchio PC e facendo dell’altro (almeno leggendo un buon libro non rischio di prendere virus o di cancellare dll di sistema 😀 ). La speranza è di trovare un disco esterno e buttarci dentro la mia roba, visto che sono quasi 40GB di dati che non vorrei perdere (forse so già a chi chiedere 🙂 ). Quindi occhio alle chiavette USB: secondo me sono ancora più pericolose di internet perché da internet ci si può proteggere con il cervello e un buon firewall, ma dalle chiavette no: avrà avuto qualche schifo in avvi automatico, nonostante io l’avessi disattivato…

Occhio all’antivirus che a me ha senza dubbio fatto più danni di un virus che si poteva tranquillamente eliminare senza cancellare altri cento file di sistema. Maledizione a lui!

Ci tenevo a ringraziare nuovamente Frankie visto che grazie a lui sono riuscito almeno ad avviare la grafica di Windows in modalità provvisoria 🙂 …

PS: visto che ci sarà sicuramente gente più esperta di me che legge questo blog vi spiego il problema in modalità non provvisoria, magari qualcuno sa risolverlo. XP era impostato per avviare automatica il mio account ora non si avvia più automaticamente, ma mi viene la lista tra cui scegliere. Sia che scelga Administrator che Sleeping, inizia l’avvio di Windows e subito dopo chiusura connessioni connessioni. salvataggio impostazioni e chiusura e ritorna alla scelta dei profili. Cosa posso fare?

Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi e per gli altri spero di avervi strappato almeno un sorriso 🙂 …

Ciao ciao

🙂

Podcast Day 2007!

4 ottobre 2007

I più attenti si saranno accorti che ho aggiunto un nuovo collegamento nel blogroll, ma per molti sicuramente è passato inosservato :mrgreen: . Si tratta proprio del Podcast Day 2007 (che è tra l’altro il primo 😉 )!

E’ ovvio che io supporti quest’iniziativa di questo tipo, però ho preferito dedicargli un post (e mi sembra proprio il minimo 😀 ) per renderla nel mio piccolo un po’ più visibile. Siete curiosi di sapere di cosa si tratta? Vi rimando al blog dell’iniziativa e ci saranno sicuramente tutte le risposte alle vostre domande, senza ripeterle qua, magari banalizzandole. Mi raccomando: partecipate numerosi!

Buona lettura!

Ciao 🙂

Contribuiamo a Firefox3 GranParadiso!

26 settembre 2007

Sotto il benefico influsso della musica della 56^ puntata dell’Everyday Show, inizio a scrivere questo post 😉 . In realtà, non è molto originale visto che praticamente tutte le informazioni provengono da GialloPorpora, alcune dal suo blog e altre da alcune mail che ci siamo scambiati, però ho cercato di riunirle qua per chiarire le idee a chi volesse contribuire attivamente allo sviluppo della nuova versione del nostro amato browser 🙂 …

Questa guida si riferisce soprattutto a Windows, anche perché credo che chi utilizza Linux non abbia nessuna difficoltà a capire come si fa. Seconda cosa: Firefox3 (o Gran Paradiso) gira solo su Windows 2000, XP e Vista per quanto riguarda la piattaforma Windows e quindi Win98 e WinME non sono più supportati 😦 . E’ una cosa che dispiace anche a me visto che anch’io ho un PC con Win9x, ma è stato necessario perché Gecko 1.9 e Cairo (che è la libreria grafica utilizzata da Gecko 1.9) non supportano queste piattaforme. Inoltre, Microsoft ha tagliato ogni supporto a queste piattaforme nel luglio del 2006…

Se come me volete scaricare da Internet a 54962795 GB/s dovete contribuire allo sviluppo di Firefox3 😀 . Non mi credete? Ecco la foto che lo testimonia!

Gran Paradiso

Mi sembra ovvio che è un bug del nuovo gestore download di Gran Paradiso che finalmente ha la funzione per riprendere ciò che si sta scaricando tra una sessione e l’altra. Un vero gestore download coi fiocchi!

Vi ricordo di NON USARE VERSIONI ALPHA DI UN SOFTWARE PER IL LAVORO NORMALE DI TUTTI I GIORNI. Gran Paradiso funziona discretamente, ma ha (ovviamente) ancora diversi bachi e non è impossibile che possiate perdete i dati del vostro profilo, quindi installate le alpha di Firefox3 solo se sapete cosa state facendo e cosa vuol dire software alpha, altrimenti è meglio lasciar perdere, per evitare possibili conflitti, perdite di dati o instabilità varie…

Prima di tutto fate un bel salvataggio del vostro attuale profilo di Firefox. Non si sa mai 😀 . La cosa più importante da salvare sono senza dubbio i segnalibri e per fare questo entriamo in Gestione segnalibri dal menu segnalibri e clicchiamo su esporta. Se usate estensioni particolari e volete essere sicuri di non dimenticarne qualcuna nel caso doveste reinstallare, potete scrivervi da parte una lista. Non sarà molto tecnologico o web 2.0, ma se non altro è un metodo sicuro 😀 .

Controllate di aver chiuso tutte le sessioni di Firefox e poi, invece di aprire Firefox come al solito cliccando dal desktop o dal menu start su Firefox Firefox, entrate nelle proprietà del collegamento e inserite al posto del percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” il percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” -p . Adesso cliccando su quel collegamento si aprirà una simpatica e utile schermata che probabilmente non avrete mai visto. Cliccate sul collegamento e si aprirà una simpatica finestra che permette di gestire i vari profili di Firefox. Se non avete mai visto questa finestra, ci sarà un unico profilo chiamato default. Cliccate su Crea Profilo e chiamate il nuovo profilo GranParadiso (o un nome simile) ed deselezionate la casella “Non chiedere all’avvio” di modo che quando avviate Firefox2 o Firefox3, vi chieda quale profilo usare. Naturalmente bisognerà usare default per il Firefox classico e GranParadiso per Firefox3.

Adesso siamo pronti a scaricare la versione 3.0 alpha 8 di Firefox3 dal sito di Mozilla.

L’installazione non richiede particolari accorgimenti se non di non avviare Gran Paradiso al termine dell’installazione e di non fargli creare icone o collegamenti sul Desktop. Come prima è necessario modificare il percorso del collegamento da “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” in “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” -p “GranParadiso” per far avviare Firefox3 con il profilo GranParadiso e non quello standard. A questo punto, avviando GranParadiso dovremmo trovarci di fronte ad una pagina diversa da quella solita. Se GranParadiso vi chiede di diventare browser predefinito negategli il permesso visto che lo sarà l’altro Firefox (o qualsiasi altro browser che sia quello predefinito)… E’ più difficile a dirsi che a farsi 🙂 . Per importare i plug-in della vecchia versione in quella nuova è necessario copiare la cartella cartella “plugins” da %ProgramFiles%\Mozilla Firefox in %ProgramFiles%\Gran Paradiso [%ProgramFiles% è C:\Programmi\ nella versione italiana di WinXP]

Adesso possiamo sbizzarrirci a provare le novità della nuova versione (vediamo chi ne trova di più senza cercare da altre parti 😉 ), ma soprattutto possiamo contribuire allo sviluppo e alla segnalazione di bachi dal menu “?” o ancora meglio contribuendo a fare una serie di test sul sito di Litmus@Mozilla. I test sono un po’ noiosi e possono sembrare inutili, ma non è così, anzi…

Potete, inoltre, segnalare i bachi che trovate su Bugzilla@Mozilla, dopo aver creato un account Bugzilla (una cosa semplicissima, comunque). Prima di aprire un nuovo bug è importante controllare che non sia già presente e, nel caso non lo fosse, spiegarlo in modo chiaro e non superficiale. Compilare un buon bug non è una cosa semplice: per chi fosse interessato sul sito di Mozilla Italia ci sono alcune indicazioni da seguire.

Da non sottovalutare anche il report automatico dei crash. Quando Firefox si blocca, infatti, si apre una finestra che permette di inviare agli sviluppatori dei dati per poter risolvere il problema. Questa procedura è completamente automatica (quindi niente registrazioni o pagine incomprensibili da interpretare) ed è comunque molto utile. A questo scopo controllate nelle estensioni di Firefox che l’estensione Talkback sia attiva.

Per segnalare memory leak si può fare riferimento a questo blog. Per segnalare i memory leak, vi consiglio di installare l’estensione Leak Monitor che ha il compito di segnalare dei bug contenuti nelle estensioni stesse.

Gran parte delle informazioni per questo articolo (praticamente tutte :mrgreen: ) le ho ricavate dalle email e dal blog di GialloPorpora che vi consiglio di visitare e a cui vi consiglio di abbonarvi per rimanere aggiornati sugli sviluppi di Firefox, ma anche su molti altri argomenti. Altri blog più specifici a cui fare riferimento sono Mozilla Links e Mondozilla.

Visto che ci sono vi ricordo di tenere sempre aggiornato Firefox. L’ultima versione è la 2.0.0.7 🙂 . Se avete versioni precedenti, aggiornate con il controllo aggiornamenti. Vi ricordo che il ramo 1.5.0.x di Firefox non è più supportato e va assolutamente aggiornato al ramo stabile 2.0.0.x…

Spero che qualcuno di voi contribuirà seguendo le poche istruzioni che vi ho dato, così quando vedremo finalmente la versione definitiva potremo dire: “Anch’io ho fatto la mia parte 😉 “. Fatemi sapere se sono state utili, se ci sono errori, ecc… E grazie ancora a GialloPorpora 🙂 !

Un saluto a tutti!

🙂

Qualche precisazione su ODF e OOXML

22 settembre 2007

Ciao a tutti!

Qualche giorno fa ho scritto una guida su come aprire i file OpenXML in OpenOffice e gli OpenDocument in Microsoft Office che è diventata in breve tempo uno degli articoli più letti del blog (tra l’altro cercando su Google docx openoffice è uno dei primi risultati e su Yahoo addirittura al primo, quindi mi sento un po’ di responsabilità 😉 ). Il fatto è che ho scritto l’articolo senza verificarne di persona il funzionamento (praticamente ho installato l’estensione e ho verificato che aggiungesse l’apposito menu senza però verificare se effettivamente funzionasse). Sostanzialmente l’estensione non funziona! Non apre nessun docx, per lo meno dalle prove che abbiamo ho fatto io, Yaj, Stefano e Davide (che ha provato l’estensione anche su StarOffice). Purtroppo queste prove confermano come l’estensione semplicemente non funzioni e riporti ogni docx come danneggiato e non riesca ad aprirlo. Anche con i file più semplici non funziona: ho creato un docx con Office 2007 con testo solo la lettera A e non riusciva ad aprirlo. Capisco sfalsare un po’ la formattazione, ma questo non apre nulla 😆 …

Dopo qualche ricerca, ho scoperto che l’aveva fatto notare anche Punto Informatico:

In redazione si è provato ad installare l’estensione fornita da Novell sulla versione standard (italiana) di OpenOffice 2.1.0 per Windows, ma il processo d’installazione ha generato diversi errori. Il filtro viene installato lo stesso, tanto che è possibile salvare documenti con estensione “.docx” direttamente dal menù Salva con nome, ma non si è riusciti ad importare alcun documento in questo formato. Si è anche provato ad installare la versione di OpenOffice di Novell, tra l’altro ancora ferma alla versione 2.0.4, ma sebbene in questo caso l’installazione del converter ODF sia filata liscia, ogni qual volta si è tentato di importare un documento Open XML l’applicazione si è bloccata, entrando in un loop infinito.
Il plug-in sembra deludere anche per quel che riguarda la qualità delle conversioni. Alcuni di coloro che sono riusciti a provarlo, infatti, sostengono che nella stragrande maggioranza dei casi il passaggio da un formato all’altro causa la perdita quasi completa della formattazione e dello stile del documento originale. Sebbene nessuno si aspettasse miracoli, specie a questo stadio dello sviluppo, il converter appare ancora molto lontano dal soddisfare le esigenze di un’azienda o di un ente pubblico. Da questo punto di vista il convertitore ODF per Office supportato da Microsoft, seppure anch’esso lontano dalla perfezione, appare decisamente più affidabile e funzionale.

La notizia è datata marzo 2007 e da allora la situazione non è cambiata di una virgola. Le estensioni non sono state aggiornate nemmeno aggiornate da allora. E soprattutto mi erano inoltre sfuggite le righe piccole (maledizione, non ci sono solo nei contratti, allora 😀 ) sul sito di Novell:

The odfconverter-1.0.0-2.oxt file works only with Windows, and the odf-converter-1.0.0-5.i586.rpm file works only on SUSE® Linux Enterprise, SUSE Linux, and OpenSUSE. On both platforms, the OpenXML Translator works only with the latest Novell® edition of OpenOffice.org.

Sostanzialmente, la versione .oxt (oltre ad essere stravecchia 😦 ) funziona solo su Windows, mentre la versione .rpm funziona solo su SUSE® Linux Enterprise, SUSE Linux e OpenSUSE (ma IlDiscepolo ha scritto una guida per usarla anche su Ubuntu convertendo l’rpm in un tgz tramite alien). Il problema è che in entrambi i casi l’estensione funziona SOLO sull’ultima edizione di OpenOffice da parte di Novell® e non sulle normali edizioni di OpenOffice che tutti noi usiamo. L’OpenOffice di Novell® si può scaricare solo dietro registrazione e pesa inspiegabilmente 440MB contro i circa 100MB della versione normale. Chi lo volesse provare (a questo punto sarei curioso di vedere se effettivamente funziona…) lo può scaricare da qua.

Per adesso, insomma, sembra sia impossibile leggere un docx su un OpenOffice normale, ma prima di disperare il mio consiglio è:

  1. Convincere i vostri amici ad usare OpenOffice (o altri programmi che usano OpenDocument) che è senza dubbio la cosa migliore
  2. Farvi mandare il documento per lo meno in .doc o ancora meglio in PDF o HTML
  3. Far usare ai vostri amici l’estensione per Office per usare OpenDocument, che invece funziona discretamente anche con documenti relativamente complessi, sebbene con qualche perdita di formattazione (nel mio caso, ha perso i margini del piè di pagina)

In caso di emergenza, questi siti ci vengono in soccorso nella lettura del malefico formato:

Zamzar: convertitore di file online, gratuito e senza registrazione

Media Convert: servizio molto simile a Zamzar (grazie a No1globe)

You convert it: servizio molto simile a Media Convert che è molto simile a Zamzar 😀

Docx2doc: questo sito si occupa della conversione in .doc di documenti docx (rimane il problema che nemmeno i .doc sono al 100% supportati da OpenOffice però la compatibilità è senza dubbio di gran lunga migliore 🙂 )

http://www.docx2doc.com/index.aspx

Mentre questo programma (OpenDocument Viewer) ci viene in aiuto (guarda caso :mrgreen: ) per leggere i documenti OpenDocument, per chi non ha né Office, né OpenOffice né altri programmi compatibili (una specie di lettore PDF). Funziona piuttosto bene, anche perché è creato dalla stessa fondazione che si occupa della sua diffusione, però non ne permette la modifica 🙂 …

Visto che ci sono, segnalo anche la petizione per far supportare OpenDocument all’interno di Apple iWork. Credo sia importante firmare per fare in modo che, oltre a standard ISO, OpenDocument divenga anche IL formato effettivamente utilizzato nelle suite da ufficio. Firmate numerosi, anche se non siete utenti MAC o di iWork 🙂 …

Mi scuso con chi ha perso tempo con l’altra guida 😦 . La seconda parte riguardante l’estensione per Office, comunque, rimane valida 😀 …

Ciao a tutti!

🙂