Archive for the ‘Blog’ Category

Torna Microsmeta Podcast. E stavolta partecipo anch’io :)

28 dicembre 2012

Ciao a tutti 🙂

Intanto approfitto dell’occasione per farvi, in ritardo, gli auguri di un sereno Natale. Spero che abbiate passato tutti una bella giornata 🙂

Per augurarvi buon anno invece sono ancora in tempo! Auguro quindi a tutti un felice anno nuovo, con tante soddisfazioni! Presto scriverò qualcosa su quello che mi sta occupando recentemente, cose ben distanti dalla tecnologia da cui era inizialmente partito il blog 😉 . Nella vita del resto si cambia (per fortuna, aggiungo io) e il blog cambia un po’ di conseguenza.

Ma tornando alla tecnologia, volevo dirvi che ho registrato insieme ad Alex una nuova puntata di Microsmeta, il podcast che era rimasto un po’ senza voce per più di 3 anni e che finalmente torna a parlare. L’episodio non è stato ancora caricato, ma arriverà prestissimo, promesso 🙂

EDIT:

Ecco qua il link per scaricare o ascoltare semplicemente la puntata del podcast :)

http://archive.org/details/Microsmeta23.mp3

Per ascoltare cliccate su PLAY, ma ricordatevi di non chiudere la scheda. Altrimenti potete scaricarlo cliccando appena sotto a VBR MP3 per ascoltarlo quando e dove volete.

Buon ascolto e, mi raccomando, fateci sapere cosa ne pensate! Essendo una prova siamo molto aperti a consigli e soprattutto alla collaborazione e a una maggiore interazione con tutti voi :) Non lasciateci tristi tristi senza nemmeno un: “Fate ridere i polli!” ;-)

 

Sapete che il blog è a vostra disposizione e potete scrivere quello che volete, quindi spazio alla vostra fantasia 🙂

Annunci

Buon Natale a tutti :-) !

24 dicembre 2008

Che dire? Non sarà un messaggio originale, però ci tengo a fare i migliori auguri di un buon Natale a tutti i lettori del blog 🙂 (quanti ne saranno rimasti di fedeli, ormai =D ?!)

Quante cose avrei voluto scrivere durante questo mese…. Ma tutte le volte che mi sono venute in mente, non ho mai avuto tempo o un computer vicino per farlo… E tutte le volte che arrivo davanti a questa pagina bianca , mi rendo conto che riesco a scrivere forse un quarto di tutto quello che avrei voluto :-/ (anche perché a volte penso quanto potrà fregare alla gente della mia vita, quando effettivamente con la maggior parte non ci conosciamo al di là di “internet”, senza contare gli innumerevoli anonimi che si aggirano nelle pagine del blog e con cui non ho mai avuto l’occasione di scambiare nemmeno una parola…)

Intanto ci tengo tanto ad iniziare ad un discorso, poi vediamo come riusciamo a portarlo avanti =D … Quest’anno ho notato che nei confronti del Natale c’è davvero una forte superficialità. Non che gli anni scorsi non ce ne fosse, chiaramente, ma quest’anno mi sembra ancora più forte… Ad ascoltare i discorsi di certa gente, ma anche e soprattutto la radio e la TV, il Natale è diventato: mangiare fino a scoppiare, affannarsi non si sa bene per cosa e soprattutto fare regali e affannarsi (la ripetizione è voluta) per i regali e gli acquisti dell’ultimo momento… Affannarsi?? Ed ascoltare 24h/24h sempre le stesse canzoni che ci vengono puntualmente riproposte ogni anno. Alcune di queste sono anche carine, ma è insopportabile sentirle mille volte al giorno, senza dimenticare quelle banali… E poi: “A Natale bisogna essere buoni!”… Ed ecco allora che le varie associazioni di volontariato o di beneficienza o i vari sms solidali che si affollano per  poter guadagnare il più possibile, a volte anche a fin di bene per carità…

Ma come abbiamo banalizzato il Messaggio di Gesù… Certo, il Natale può essere un ottimo punto di partenza per migliorarsi, riflettere sulla propria vita per vedere tutte le cose che non vanno, però ridurre il tutto ad un “a Natale bisogna essere buoni” è veramente squallido… E il resto dell’anno? Dimentichiamo tutto e si continua come sempre, tanto grazie a Dio Natale è passato…

Che desolazione… E poi molti dicono “Non sento il Natale”: e ci mancherebbe! Se il Natale fosse questo, sarei il primo a non “sentirlo”…

Io credo davvero che dovremmo riscoprire la vera bellezza e la semplicità del Natale e lasciare da parte tutti questi fronzoli che il consumismo e la società ci hanno aggiunto / sostituito. E sono ancora più convinto che questo non valga solo per chi dà un importante valore religioso al Natale, ma che questo messaggio valga per tutti! Approfittiamo del Natale e delle pause lavorative / scolastiche che questo periodo ci consente per riflettere un po’, per riallacciare dei rapporti sinceri con i nostri amici e la nostra famiglia, per toglierci una maschera di esteriorità e migliorarci… Natale è speranza e penso dovremmo riscoprirlo in questo periodo di “crisi”. Forse siamo noi Cristiani che per primi forse non ci crediamo più di tanto e fatichiamo ancora di più a comunicarlo. Ecco allora che le Chiese si riempono di gente solo a Natale e forse a Pasqua (che non è necessariamente un male), ma non voglio tediarvi oltre 😉 …

Lungi da me davvero il moralismo e la falsa retorica o il mettermi su un piedistallo a giudicare il comportamento degli altri o il generare sterili polemiche… Sto parlando anche di me stesso in prima persona… Penso e spero che in questo post si senta la sincerità con cui l’ho scritto 🙂 … Non ho intenzione di attaccare nessuno, sempre che si possa parlare di attacco! Ne possiamo anche parlare insieme, se volete, in un clima sereno di confronto 🙂 …

Detto questo 😉 ,

!

JOYEUX NOËL!

GAJAN KRISTNASKON!

FELIZ NAVIDAD A TODOS!

I WISH YOU ALL A MERRY CHRISTMAS!

ICH WÜNSCHE EUCH ALLEN FROHE WEIHNACHTEN!

TANTISSIMI E SINCERI AUGURI DI UN BUON NATALE A

TUTTI VOI, LETTORI DEL BLOG, E ALLE VOSTRE FAMIGLIE 🙂 !

L’albero di Natale non è uscito un granché bene, ma conta il pensiero, no =D ?

Blogger Pizza Dinner

22 novembre 2008

Ciao a tutti 🙂

Come va? Spero tutto bene! Io ho iniziato il secondo anno da tre settimane e non si può certo dire che sia facile! A detta di alcuni, il secondo anno dovrebbe essere quello più facile perché ti sei già ambientato e non hai il problema di pensare alla tesi, per altri è il più difficile perché i professori, conoscendo appunto i due motivi di cui vi ho appena parlato, non si fanno nessun problema a pretendere di più =D … Comunque sono soddisfatto e imparare nuove lingue mi piace 🙂 … Avevo anche iniziato un corso per lingua dei segni (quella dei sordi, per intenedersi), ma poi l’ho abbandonato quasi subito, soprattutto quando ho scoperto che la lingua dei segni che c’insegnavano era solo per l’Italia. Io speravo fosse almeno europea… Una sera mi sono anche messo ad imparare l’esperanto (anche se non so quanti di voi sappiano realmente cos’è…) e mi ha colpito molto. E’, a mio avviso, una lingua diversa dalle altre… Magari ve ne parlerò più avanti 🙂 …

Vabbè, tanto probabilmente non interesserà a nessuno…

Come forse avrete visto, sono molto meno su internet rispetto a qualche tempo fa, un po’ perché le lezioni sono molto impegnative da seguire (il mercoledì abbiamo 10 ore, dalle 9 alle 19, e senza nemmeno una pausa per mangiare che non siano i cosiddetti quarti d’ora accademici e vi assicuro che seguire tutte lezioni in lingua, e per giunta in lingue diverse, non è una cosa molto rilassante =D ) e quando torno a casa sono piuttosto distrutto… Ma non è solo questo… E’ una certa diffidenza che mi sta venendo nei confronti di internet, ma anche di moltissime altre, di amicizia di facciata e un sacco di altre cose. E’ un periodo un po’ di riordino della mia vita, se si può dire così =D … Ma magari ne parlerò più avanti, quando riuscirò a riordinarmi un po’ le idee 😉

Vorrei sentire anche la vostra opinione sul “fenomeno FaceBook” che, non pensavo nemmeno io, ma è davvero molto diffuso, anche tra chi di internet e reti sociali non sa praticamente niente… Mi ha fatto un certo effetto vedere che, nei PC dell’Università, molte delle persone vicino a me stanno navigando appunto su FB… L’opinione di Alex già si conosce e sostanzialmente la condivido, anche se forse io non ho mai attivato tutte le applicazioni o accettato tutte le amicizie di gente che già non conoscessi… Ma anche di Facebook vorrei parlare un’altra volta (quanti articoli in bozza ho :-/ ?!)… Stavo anche pensando di quasi abbandonarlo e lasciare il mio indirizzo mail e quello del blog per chi avesse voglia di contattarmi 🙂 … Tra l’altro, se devo scegliere, preferisco di gran lunga Netlog ed il suo approccio, piuttosto che quello di FB…

Dopo quasi 500 parole, cerco di venire al dunque di questo post =D … Sono molto contento di essere stato invitato alla pizzata tra blogger e podcaster che si terrà a Roma ai primi di Gennaio… Un grazie in particolare a Davide, Alex e Claudio che hanno pensato anche a me 🙂 (spero di non aver lasciato fuori nessuno…)! Come dicevo anche ad Alex, dopo qualche perplessità iniziale (sto inziando ad essere diffidente un po’ verso tutto in questo periodo =D ), volevo dare la mia adesione, ma prima volevo controllare i treni. Purtroppo non posso permettermi di spendere così tanto, soprattutto contando che per ora non ho praticamente entrate, dedicandomi a tempo pieno allo studio… Mi dispiace mancare a questa occasione, ma sinceramente avrei sperato che i treni costassero un po’ meno, senza contare che se non si prendono Eurostar che costano tantissimo, ci si mettono anche 8 ore per la sola andata… Se però si organizzasse tra qualche tempo un incontro in qualche città un po’ più vicina, sarei contento di partecipare 🙂 … O magari se qualcuno passa da Verona o da Trieste =D … Però fatemi poi sapere come va, magari anche con qualche foto =D

Tornando fuori argomento (tanto ormai questo blog non ha più un argomento e si potrebbe anche modificare l’intestazione =D), qualcuno conosce dei podcast in spagnolo, in francese, in tedesco o in inglese? Dopo una rapida ricerca ho trovato solo podcast per apprendere la lingua, di grammatica e cose così, ma sinceramente mi stufo ad ascoltarli =D … Di francese conosco già L’Atelier Numérique che mi ha gentilmente consigliato Alex, anche se devo ancora iniziare ad ascolarlo e anche in inglese non credo sia difficile trovarne, ma se volete risparmiarmi una ricerca in particolare per quelli spagnoli e tedeschi ve ne sarei grato 🙂 …

E visto che in questo post si è parlato un po’ di tutto, ne approfitto anche per dare il bentornato ad Alex nel podcasting 🙂

Un saluto a tutti! E a presto 🙂

Buon compleanno al blog :-) !

19 febbraio 2008

Eh, già… Anche se nessuno se n’è accorto è passato un anno da quando ho aperto il blog :mrgreen:

Come in tutte le ricorrenze di queste tipo, vediamo di fare un bilancio di quest’anno che abbiamo “trascorso insieme” 😀

Ricordo che è stato soprattutto grazie a Gialloporpora e ad Alex che mi sono convinto ad aprire un blog 🙂 … Grazie davvero per il consiglio! Quest’anno il blog mi ha regalato tante soddisfazioni 🙂 . Non mi sarei aspettato tante visite quando l’avevo aperto a suo tempo e invece è stato bello vedere come il numero delle visite, ma soprattutto dei commenti, sia decisamente sopra le mie aspettative. Per quanto riguarda i commenti, posso dire che ho trovato persone interessanti con cui, al di là di un commento su un blog, si possono scambiare opinioni tranquillamente. Sembrerà una banalità, ma è stato anche grazie al blog che ho scoperto che ci sono delle Persone al di là dei commenti 😀  . Posso anche dire di aver ricevuto stimoli per approfondire diversi argomenti, in particolare per quanto riguarda le reti e eMule grazie all’articolo che ho scritto sul router Netgear che è quasi diventato, con mio grande piacere, un punto di passaggio di molte persone che mi chiedono consigli o con cui si cerca insieme di risolvere diversi problemi su quest’argomento 🙂 …

Senza dilungarmi oltre ed evitando di annoiarvi inutilmente, voglio davvero ringraziarvi tutti, anche chi è solo stato anonimamente di passaggio, ma soprattutto chi si è fermato a commentare e i “fedeli” del blog, che mi fanno davvero moltissimo piacere. Ne approfitto per invitare chi legge il blog in modo anonimo a commentare e a partecipare attivamente, così potremo conoscerci meglio 🙂 !

Che dire, tanti auguri blog e cento di questi post :mrgreen:

Un saluto a tutti 😛

🙂

Rendiamo eMule veloce e sicuro!

12 gennaio 2008

PREMESSA: QUESTO POST NON VUOLE IN ALCUN MODO INCITARE LA PIRATERIA DI ALCUN GENERE, MA SOLO ESSERE D’AIUTO PER CHI UTILIZZA QUESTA RETE PER LO SCAMBIO DI MATERIALE LEGALE (quindi materiale Creative Commons o materiale per cui il copyright sia scaduto o non ci sia mai stato, ecc). Ricordo, per esempio, che il famoso portale per scoprire nuova musica sotto licenza CC Jamendo (e sicuramente non solo lui) prevede lo scaricamento dei file anche attraverso BitTorrent o eMule per ridurre i costi di banda, quindi è sempre più importante saper configurare correttamente questo programma 🙂 …

Per vedere il grado di salute del vostro mulo, si fa riferimento alle due freccette che compaiono in basso a destra e che devono essere entrambe di colore verde (in questo caso si parla di ID alto, per quanto riguarda i server). Se una delle due o entrambe non lo sono, non potrete ottenere il massimo da eMule. Vi consiglio anche di leggere questa guida, anche se mi permetto, per l’esperienza che ho avuto, ma non la voglio far passare per regola generale (vedi sotto) di non sconsigliare l’utilizzo dei modem router come c’è scritto nella guida 😉 , anche se per un P2P non estremo credo siano adatti (forse quelli da 15€ no, però :mrgreen: ). Per avere entrambe le freccette verdi ci sono diverse possibilità [mi dispiace di dover dividere il post, ma non ho altra scelta, vista la lunghezza]: (more…)

Podcast Day 2007 (stavolta definitivo :-D )

28 ottobre 2007

Alla fine sono riuscito anch’io a decidermi di presentare i miei tre podcast a scelta. La scelta è stata abbastanza difficile perché avrei voluto inserirne più di tre, ma le regole sono regole 😀 … Ci tengo a precisare ai podcaster che non saranno nella lista che il motivo non è perché non vi ascolto o il vostro podcast non mi interessa, ma semplicemente perché ho dovuto per forza fare una scelta. Iniziamo, in ordine sparso, per non fare torto a nessuno 😉 …

Il Nissardo: in questo podcast si alternano argomenti tecnologici ad argomenti più vari. Come dice anche Andrea ci sono puntate più tecniche ed altre meno, ma vi assicuro che, anche se le puntate durano mediamente un’oretta (Andrea prova sempre a farle più brevi, ma è riuscito solo poche volte a fare una puntata più breve 😀 ), non c’è spazio per la noia. Il Nissardo infatti è uno dei podcast in cui secondo me si ascolta la migliore musica CC e Andrea sa sapientemente alternare la parte parlata alle sequenze musicali. Nelle ultime puntate, inoltre, si è aggiunta anche Francesca che (secondo me) ha un forte accento toscano e questo rende il podcast anche linguisticamente interessante per me che non conosco nessuno in Toscana. Vi ricordo che Andrea tiene anche un blog aggiornato quasi quotidianamente con le principali notizie tecnologiche e non del momento (un motivo in più per abbonarsi). Assolutamente da ascoltare! FEED

Microsmeta Podcast: se invece preferite podcast più brevi e che parlano di tecnologia vi consiglio Microsmeta. Le puntate durano senza dubbio meno di quelle del Nissardo e sono, come dire, più “concentrate” di tecnologia e d’informatica, tralasciando un po’ la componente musicale (non si può avere tutto 😀 ). Negli ultimi tempi, Alex si sta anche aggiornando per rendere il podcast anche un video-podcast con l’aggiunta di alcuni video (qualche esperimento l’aveva fatto anche in passato, ma stavolta ha più esperienza e sicuramente il risultato sarà ottimo), degli interventi di altri blogger e podcaster e ha anche aggiunto il feed per chi utilizza una connessione mobile con il cellulare, che ovviamente ha esigenze diverse (anche di banda) rispetto ad una connessione ADSL casalinga. Un podcast in continuo movimento e aggiornamento :mrgreen:FEED

Nel Garage: l’esperienza di Michele fatta con Bosforocast si sente anche in questo podcast. Questo podcast è prevalentemente musicale e la musica che viene passata è ovviamente Creative Commons, come quella degli altri podcast indipendenti e si concentra in particolare sulla musica punk, garage rock, reggae, ska, psychobilly… Anche se il podcast è prevalentemente musicale, come ho detto, questo non vuol dire che non ci sia spazio anche per la parte parlata. Michele infatti è molto simpatico e ha, per dirla complicata, un registro linguistico non troppo forbito 😆 e questo condisce la musica con molta ironia e simpatia. Anche in questo caso, la noia se ne sta bella distante 🙂 ! FEED

Ne ho tralasciati molti altri 😦 … Avrei voluto parlarvi, per lo meno, di Tecnica Arcana (magistralmente condotta da Carlo di cui però vi avevo parlato molte altre volte: la puntata sul P2P e sull’ADSL sono ottime e sono rimaste per me tra quelle che ho preferito 🙂 ), di Rockcast Italia (con la migliore musica Rock Creative Commons e non solo disponibile), di Itacast (perché non c’é Italiano più Italiano di un Italiano residente all’estero! Itacast è un podcast quasi mensile prodotto da due italiani residenti all’estero. Si ascolta buona musica e si discute del viaggio come scelta di vita), del Nanello (podcast musicale con musica principalmente elettronica e techno che dopo molto tempo di silenzio e tornato al computer e presto anche al microfono 🙂 ), di Radiografia (podcast condotto da due giovani folli milanesi 😀 ), di Scientificast (podcast, questa volta serio 😀 , su tematiche scientifiche, ma non solo capace di appassionare anche chi come me non è troppo appassionato di temi scientifici), della Tartaruga Tecnologica (un podcast che parla di informatica in modo semplice: se siete interessati all’informatica, ma al tempo stesso non siete molto esperti e volete che qualcuno vi spieghi semplicemente questo cose, la Tartaruga è il podcast che fa per voi 🙂 ), dell’Everyday Show with PB (con la migliore musica metal e rock rigorosamente CC e un tocco personale di simpatia di “un dottore in chimica con il pallino del podcast!!!” ), del The Funny Show (ogni settimana Funny conduce uno spettacolo di intrattenimento radiofonico ideato, condotto e registrato da lei, con diversi personaggi, per proporre il meglio della musica Rnb e Soul tratta dall’underground mondiale: definizione copia-incollata dal suo sito, ma non vedo il motivo per cui cambiarla visto che è già molto chiara), del Vispodcast (anche in questo caso, un podcast tecnologico che esprime il punto di vista personale di Vincenzo sulle notizie tecnologiche, dandoci modo di mettere ordine e di orientarci tra tutte le notizie che si susseguono giorno dopo giorno) e mi sembra (spero…) di non aver dimenticato nessuno…

Mi scuso per il ritardo e anche per essere stato, come al solito, troppo prolisso, ma alla fine anch’io sono riuscito a fare una lista dei miei podcast preferiti 🙂 …

Complimenti ancora agli organizzatori del Podcast Day per l’ottima idea e buon podcast a tutti 🙂

Ciao ciao!

🙂

Podcast Day 2007!

26 ottobre 2007

Come tutti saprete, oggi è il Podcast Day 2007 e il compito per casa era quello di recensire tre podcast indipendenti a scelta tra quelli nella lista. Purtroppo, da blogger ritardatario quale sono 😀 ,  non ho ancora avuto tempo di farlo e a dire la verità non ho nemmeno scelto quali podcast recensire perché la scelta è troppo vasta e mi dispiacerebbe comunque lasciare fuori qualcuno. I podcast che ascolto sono tanti (purtroppo l’unico in tedesco che ascoltavo è da Aprile che è sparito e non sono più nemmeno riuscito a contattare l’autrice 😦 … Kirsten, dove sei finita 😦 ?) e dovendone recensire tre sarò costretto a lasciarne fuori qualcuno… Non abbiatene a male: sono le regole del gioco :mrgreen:

La settimana prossima sarò a Trieste e spero di avere un po’ di tempo da dedicare al blog…  Ho anche tre articoli in sospeso nelle bozze che spero di riuscire a pubblicare a breve…

Un saluto a tutti, in particolare a tutti gli amici podcaster 🙂

Sono ancora vivo e auguri al blog!

19 ottobre 2007

E’ da un po’ che non mi faccio sentire, ma sono sempre vivo 😀  …

Diciamo che la mia vita è piuttosto movimentata, anche se potrebbe non sembrare visto che l’Università non è ancora iniziata (sì, non sto scherzando :mrgreen: : inizierà ufficialmente in 5 novembre), ma non mi sto girando i pollici…

La settimana scorsa volevo pubblicare un articolo sul VoIP, ma i casini avuti con il PC e altri impegni hanno fatto slittare un po’ la data di uscita. Nel frattempo sono anche stato 3 giorni a Trieste dove ho conosciuto le matricole del collegio dove andrò a stare durante quest’anno. Mi sono trovato molto bene e ho già instaurato un bel rapporto con la 20ina di nuovi ragazzi/e (tra l’altro, siamo solo 4 maschi 😀 …). Quest’anno cambio completamente ambiente visto che nella classe delle superiori dove stavo eravamo 13 ragazzi e una sola ragazza e passo a Trieste dove in Università la presenza femminile è più che nettamente dominante e anche in collegio la situazione non è molto diversa :mrgreen:

Nel frattempo, il blog ha raggiunto 30.000 visite 🙂 … Grazie a tutti!

Partirò definitivamente a Trieste il 27 o il 28 ottobre per ambientarmi meglio prima dell’inizio delle lezioni. Tra l’altro devo anche fare l’abbonamento alla TT (i trasporti pubblici di Trieste), il libretto universitario, la scheda per la mensa e altre cose 😀 …

Un saluto e a presto 🙂 !

Contribuiamo a Firefox3 GranParadiso!

26 settembre 2007

Sotto il benefico influsso della musica della 56^ puntata dell’Everyday Show, inizio a scrivere questo post 😉 . In realtà, non è molto originale visto che praticamente tutte le informazioni provengono da GialloPorpora, alcune dal suo blog e altre da alcune mail che ci siamo scambiati, però ho cercato di riunirle qua per chiarire le idee a chi volesse contribuire attivamente allo sviluppo della nuova versione del nostro amato browser 🙂 …

Questa guida si riferisce soprattutto a Windows, anche perché credo che chi utilizza Linux non abbia nessuna difficoltà a capire come si fa. Seconda cosa: Firefox3 (o Gran Paradiso) gira solo su Windows 2000, XP e Vista per quanto riguarda la piattaforma Windows e quindi Win98 e WinME non sono più supportati 😦 . E’ una cosa che dispiace anche a me visto che anch’io ho un PC con Win9x, ma è stato necessario perché Gecko 1.9 e Cairo (che è la libreria grafica utilizzata da Gecko 1.9) non supportano queste piattaforme. Inoltre, Microsoft ha tagliato ogni supporto a queste piattaforme nel luglio del 2006…

Se come me volete scaricare da Internet a 54962795 GB/s dovete contribuire allo sviluppo di Firefox3 😀 . Non mi credete? Ecco la foto che lo testimonia!

Gran Paradiso

Mi sembra ovvio che è un bug del nuovo gestore download di Gran Paradiso che finalmente ha la funzione per riprendere ciò che si sta scaricando tra una sessione e l’altra. Un vero gestore download coi fiocchi!

Vi ricordo di NON USARE VERSIONI ALPHA DI UN SOFTWARE PER IL LAVORO NORMALE DI TUTTI I GIORNI. Gran Paradiso funziona discretamente, ma ha (ovviamente) ancora diversi bachi e non è impossibile che possiate perdete i dati del vostro profilo, quindi installate le alpha di Firefox3 solo se sapete cosa state facendo e cosa vuol dire software alpha, altrimenti è meglio lasciar perdere, per evitare possibili conflitti, perdite di dati o instabilità varie…

Prima di tutto fate un bel salvataggio del vostro attuale profilo di Firefox. Non si sa mai 😀 . La cosa più importante da salvare sono senza dubbio i segnalibri e per fare questo entriamo in Gestione segnalibri dal menu segnalibri e clicchiamo su esporta. Se usate estensioni particolari e volete essere sicuri di non dimenticarne qualcuna nel caso doveste reinstallare, potete scrivervi da parte una lista. Non sarà molto tecnologico o web 2.0, ma se non altro è un metodo sicuro 😀 .

Controllate di aver chiuso tutte le sessioni di Firefox e poi, invece di aprire Firefox come al solito cliccando dal desktop o dal menu start su Firefox Firefox, entrate nelle proprietà del collegamento e inserite al posto del percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” il percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” -p . Adesso cliccando su quel collegamento si aprirà una simpatica e utile schermata che probabilmente non avrete mai visto. Cliccate sul collegamento e si aprirà una simpatica finestra che permette di gestire i vari profili di Firefox. Se non avete mai visto questa finestra, ci sarà un unico profilo chiamato default. Cliccate su Crea Profilo e chiamate il nuovo profilo GranParadiso (o un nome simile) ed deselezionate la casella “Non chiedere all’avvio” di modo che quando avviate Firefox2 o Firefox3, vi chieda quale profilo usare. Naturalmente bisognerà usare default per il Firefox classico e GranParadiso per Firefox3.

Adesso siamo pronti a scaricare la versione 3.0 alpha 8 di Firefox3 dal sito di Mozilla.

L’installazione non richiede particolari accorgimenti se non di non avviare Gran Paradiso al termine dell’installazione e di non fargli creare icone o collegamenti sul Desktop. Come prima è necessario modificare il percorso del collegamento da “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” in “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” -p “GranParadiso” per far avviare Firefox3 con il profilo GranParadiso e non quello standard. A questo punto, avviando GranParadiso dovremmo trovarci di fronte ad una pagina diversa da quella solita. Se GranParadiso vi chiede di diventare browser predefinito negategli il permesso visto che lo sarà l’altro Firefox (o qualsiasi altro browser che sia quello predefinito)… E’ più difficile a dirsi che a farsi 🙂 . Per importare i plug-in della vecchia versione in quella nuova è necessario copiare la cartella cartella “plugins” da %ProgramFiles%\Mozilla Firefox in %ProgramFiles%\Gran Paradiso [%ProgramFiles% è C:\Programmi\ nella versione italiana di WinXP]

Adesso possiamo sbizzarrirci a provare le novità della nuova versione (vediamo chi ne trova di più senza cercare da altre parti 😉 ), ma soprattutto possiamo contribuire allo sviluppo e alla segnalazione di bachi dal menu “?” o ancora meglio contribuendo a fare una serie di test sul sito di Litmus@Mozilla. I test sono un po’ noiosi e possono sembrare inutili, ma non è così, anzi…

Potete, inoltre, segnalare i bachi che trovate su Bugzilla@Mozilla, dopo aver creato un account Bugzilla (una cosa semplicissima, comunque). Prima di aprire un nuovo bug è importante controllare che non sia già presente e, nel caso non lo fosse, spiegarlo in modo chiaro e non superficiale. Compilare un buon bug non è una cosa semplice: per chi fosse interessato sul sito di Mozilla Italia ci sono alcune indicazioni da seguire.

Da non sottovalutare anche il report automatico dei crash. Quando Firefox si blocca, infatti, si apre una finestra che permette di inviare agli sviluppatori dei dati per poter risolvere il problema. Questa procedura è completamente automatica (quindi niente registrazioni o pagine incomprensibili da interpretare) ed è comunque molto utile. A questo scopo controllate nelle estensioni di Firefox che l’estensione Talkback sia attiva.

Per segnalare memory leak si può fare riferimento a questo blog. Per segnalare i memory leak, vi consiglio di installare l’estensione Leak Monitor che ha il compito di segnalare dei bug contenuti nelle estensioni stesse.

Gran parte delle informazioni per questo articolo (praticamente tutte :mrgreen: ) le ho ricavate dalle email e dal blog di GialloPorpora che vi consiglio di visitare e a cui vi consiglio di abbonarvi per rimanere aggiornati sugli sviluppi di Firefox, ma anche su molti altri argomenti. Altri blog più specifici a cui fare riferimento sono Mozilla Links e Mondozilla.

Visto che ci sono vi ricordo di tenere sempre aggiornato Firefox. L’ultima versione è la 2.0.0.7 🙂 . Se avete versioni precedenti, aggiornate con il controllo aggiornamenti. Vi ricordo che il ramo 1.5.0.x di Firefox non è più supportato e va assolutamente aggiornato al ramo stabile 2.0.0.x…

Spero che qualcuno di voi contribuirà seguendo le poche istruzioni che vi ho dato, così quando vedremo finalmente la versione definitiva potremo dire: “Anch’io ho fatto la mia parte 😉 “. Fatemi sapere se sono state utili, se ci sono errori, ecc… E grazie ancora a GialloPorpora 🙂 !

Un saluto a tutti!

🙂

Leggere i file .docx in OpenOffice e .odt in Office

18 settembre 2007

Finalmente riesco a pubblicare qualche articolo con una cadenza un po’ più regolare 😀 …

Scrivo questo post perché sembra che “leggere docx in OpenOffice” sia una delle chiave di ricerca più usate negli ultimi tempi per arrivare al mio blog. Nell’articolo di qualche tempo fa, si è parlato dei file .docx, ma non è mai stata data una risposta esaustiva alla domanda: “Ho ricevuto un file di Word 2007 .docx. Come faccio ad aprirlo nel mio amato OpenOffice?”. Con questo post cerco di rispondere in modo semplice a questa domanda e di spiegare come fare il viceversa, cioè aprire un file in OpenDocument .odt in Word.

Ci terrei a dire che la cosa migliore da fare quando si riceve un file di questo tipo è rispedirlo al mittente e farsene mandare una copia in un formato più leggibile, perlomeno in .doc, il formato di Word da secoli, chiuso ma nella maggior parte leggibile, sempre che non contenga formattazione complessa o macro, ma nella maggior parte dei casi non ci dovrebbero essere problemi. La cosa migliore sarebbe farsi mandare direttamente un file OpenDocument, un PDF o un file HTML, ma se proprio non riuscite a farvene mandare un’altra copia, potete riuscire comunque a leggere il file in modo discreto anche con il nostro amato OpenOffice. Il metodo dovrebbe funzionare anche per .xlsx e .pptx 🙂

Aprire file .docx in OpenOffice:

PER USARE QUESTO CONVERTITORE E’ NECESSARIO USARE L’ULTIMA VERSIONE DI OPENOFFICE.ORG DISTRIBUITA DA NOVELL®. NON FUNZIONA CON IL “NORMALE” OPENOFFICE.ORG: spiegazioni maggiori qua

The odfconverter-1.0.0-2.oxt file works only with Windows, and the odf-converter-1.0.0-5.i586.rpm file works only on SUSE® Linux Enterprise, SUSE Linux, and OpenSUSE. On both platforms, the OpenXML Translator works only with the latest Novell® edition of OpenOffice.org

Per fare questo è necessario scaricare questo file dal sito di Novell e scaricate il file .oxt che è un’estensione per OpenOffice. Non sono molte, ma dalla versione 2.0.4 di OpenOffice esistono le estensioni proprio come ci sono in Firefox. Se avete una versione precedente di OpenOffice è necessario aggiornarla. L’ultima è la 2.3 che per ora non è disponibile in italiano, ma è questione di giorni e dovrebbe uscire (rimanete sintonizzati sul blog 😀 ). Per installare l’estensione ci sono le istruzioni sul sito, ma sono in inglese. Chi fosse in difficoltà a capirle può seguire queste (è una cosa semplicissima, comunque):

Su Linux:

  1. Slavare il file odf-converter-1.0.0-5.i586.rpm che hai scaricato sul disco
  2. Aprire il terminale (N.d.Sleeping: ad esempio Konsole) e digita “su” per diventare root e inserisci la password di root
  3. Spostarsi nella cartella che contiene il file rpm che hai salvato e poi digita il seguente comando:

rpm -Uvh odf-converter-1.0.0-5.i586.rpm

  1. Riavviare OpenOffice.org, se è aperto

Su Windows:

  1. Scaricare il file odfconverter-1.0.0-2.oxt sul disco
  2. In OpenOffice.org, clicca su Strumenti – Gestione Estensioni e poi cliccare su Aggiungi
  3. Selezionare il file odfconverter-1.0.0-2.oxt da dove l’hai salvato
  4. Cliccare su Apri

Nota: i file con l’estensione .oxt vengono solitamente definiti “UNO Package Bundles” in OpenOffice.org, anche se non tutti i file .oxt sono file UNO

  1. Riavviare OpenOffice.org

Se durante l’installazione ricevete l’errore “Questo tipo di supporto non è supportato: application/octet-stream” è normale; o meglio non è normale, però lo dà anche a me e funziona benissimo :mrgreen: . Continuate tranquillamente l’installazione 🙂

Alla fine, questo sarà il risultato:

Menu per salvare e aprire file di Word 2007 perfettamente integrato in OpenOffice, come qualsiasi altro formato di file:

Apri Word 2007 in OpenOffice

Salva Word 2007 in OpenOffice

Il menu Gestione Estensioni in OpenOffice che inizia ad arricchirsi (se all’apertura vi restituisce lo stesso errore di prima, dategli OK e continuate tranquillamente):

Estensioni OpenOffice

Aprire file OpenDocument Format in Office

Fare l’inverso invece è più interessante: finalmente potremo inviare i file OpenDocument direttamente ai nostri amici che utilizzano Word senza bisogno di convertirli nel malefico .doc (prima, però, potreste suggerire ai vostri amici una bella conversione ad OpenOffice: se cercate motivi per convincerli, la guida scritta qualche tempo fa da me e Alex potrebbe tornare utile 😀 ). La guida presente sul sito del progetto è già molto completa, ma come prima non è solo in lingua inglese. Sperando di essere utile, la ripropongo qua in Italiano:

Questo è il sito del progetto da cui sto traendo le informazioni.

Qualche considerazione sui prerequisiti del computer con Office per leggere il file in formato ODF:

Sono necessari Microsoft Office XP, 2003 o 2007 per cui le versioni precedenti di Office non sono supportate.

In ogni caso, è necessario il .NET Framework 2.0. In molti casi è già installato, nel caso non lo fosse va aggiornato a parte [a questo riguardo, rimando ad una nota]

Requisito ulteriore SOLO per Office 2003 e XP (il 2007 è escluso) è il Microsoft Office Compatibility Pack.

Nota su .NET: se Microsoft Office è stato installato prima del .NET Framework, è necessario aggiornare l’installazione di Office seguendo questa semplice procedura:

  1. Aprire Installazione Applicazioni dal pannello di controllo
  2. Selezionare Microsoft Office dall’elenco e scegliere Cambia
  3. All’interno del processo di installazione, selezionare Aggiungi o Rimuovi funzioni (o qualcosa di simile 😀 ) e aggiungere il supporto a .NET

Fatto questo, ormai siamo davvero alla fine e arriva la parte più semplice 🙂

Scarichiamo questi file, il cui nome è abbastanza esplicativo o anche uno solo di questi, quello che ci serve:

ODF Add-In for Word

ODF Add-In for Excel

ODF Add-In for PowerPoint

Alla fine, dovremmo avere una simpatica aggiunta al menu di Office (le modifiche le ho provate anch’io su una versione di prova di Office 2007 per verificare che funzionino):

Word 2007 apri ODF

Excel 2007 ODF

PowerPoint 2007 ODF

Ho cercato di semplificare al massimo i passaggi, ma la guida dovrebbe essere completa e facile da seguire. Spero che possa risultare utile…

Vi segnalo anche questo sito che converte i file .docx in formato solo testo txt. Io l’ho provato e non mi ha funzionato, però potrebbe essere solo un caso. Una prova comunque la vale, anche perché non richiede nessuna installazione sul vostro computer…

Fatemi sapere nei commenti!!

Grazie a tutti e un saluto!

🙂

Non c’è solo Mozilla Firefox ;-) …

13 settembre 2007

Ciao a tutti!

Forse il titolo può sembrare un po’ provocatorio, ma in questo post vorrei descrivervi le principali alternative al grande Mozilla Firefox. Sto abbandonando Firefox? Ma nemmeno per sogno 😉 (altrimenti perché avrei scritto così tanto su di lui?). Solo credo che sia sempre meglio conoscere le diverse alternative per poi scegliere quella che ci aggrada di più. Inoltre, anche gli altri browser hanno delle caratteristiche interessanti che vale la pena conoscere 🙂 …

Il problema principale di Firefox è la sua lentezza all’avvio e in generale il fatto che consuma una discreta quantità di RAM. Ho scoperto che alcuni utilizzano Internet Explorer (magari anche la versione 6, non aggiornata ) per pigrizia di cercare delle alternative, ma anche a causa di questo problema 😦 , anche se magari hanno Firefox installato. Effettivamente è un problema non da poco e a cui Mozilla dovrebbe prestare più attenzione, secondo me). Il browser di Mozilla si può comunque alleggerire: vi rimando ad una guida di GialloPorpora e ad un completo articolo su Megalab (comunque scritto da GialloPorpora 😉 , oltre che da Pacopas). Sui PC recenti la pesantezza di Firefox non è un problema, però non tutti hanno questa fortuna (o giustamente non vogliono mandare in cantina il vecchio PC dopo aver acquistato quello nuovo). C’è anche da dire che un passaggio ad un altro browser sarà praticamente obbligato per i vecchi Windows 9x (cioè quelli che non sono NT, 2000, XP o Vista) in quanto la prossima versione di Firefox (la 3) non supporterà più questi sistemi operativi e la versione 2 non sarà supportata per sempre (qualcuno sa fino a quando lo sarà?).

Queste sono le alternative che vi propongo, con qualche opinione personale (vista la lunghezza, ho preferito dividere il post; spero che questo non crei disagi: se ci dovessero essere lo riunisco 🙂 ):

(more…)

Nuovo microfono…

24 agosto 2007

Ciao a tutti!

Eccomi tornato dalla Francia, anche se con un giorno di anticipo…

Sembra impossibile, ma per riuscire a trovare un microfono come intendevo io (a basso costo soprattutto, non USB per evitare incompatibilità con Linux che prima o poi si deciderà ad arrivare 😀 e non i telefoni solo Skype) sono “dovuto” andare in Francia 😉 . Nei negozi in cui ho cercato qua a Verona, ho trovato solo apparecchiature quasi professionali (o almeno, penso, visto il costo…) oppure microfoni in vendita abbinata ad una webcam, che a me non serve, sui 40/50€ che è decisamente troppo per l’uso che ne devo fare.

In Francia invece ho trovato molto più assortimento e alla fine ho comprato un microfono da solo e delle cuffie con microfono. In particolare questi sono i due che ho comprato…

Trust MC-1200 & Trust HS-2100

e ho speso meno di 10€ in tutto 🙂 …

Adesso potrò finalmente sostituire il microfono intgrato dell’Eyetoy la cui qualità sicuramente non è il massimo :mrgreen: (come webcam, invece, non è malvagissima). So che il Dok e gli altri amanti della qualità audio impallidiranno 😀 , ma per me è già qualcosa (soprattutto dopo aver rovinato il podcast di Alex 😉 ). Almeno se qualche podcaster mi volesse coinvolgere (ne sarei felice, come sempre 🙂 ), mi posso presentare con un’attrezzatura un po’ più accettabile…

PS: questo vuole essere anche un saluto a tutti voi lettori, visto il periodo che mi aspetta che dovrebbe finire verso metà settembre. Nel frattempo devo studiare e tenere sott’occhio molte altre cose. Per chi vuole leggere qualcosa, il post precedente contiene gli articoli del blog che mi sembrano più interessanti.

A presto!

🙂