OpenOffice.org nativo per Mac OS X: ecco la prima alpha!

Ringraziando Claudio per la segnalazione, informo tutti gli utenti Mac OS X di questa grande notizia!

Gli utenti della Mela possono finalmente utilizzare OpenOffice senza più dover usare X11, anche se c’è da dire che essendo ancora in alpha il progetto è tutt’altro che completo e l’utilizzo è consigliato solo ad appassionati e sviluppatori! Ma sicuramente sarà un progetto che migliorerà rapidamente🙂 !

Per tutti i dettagli vi rimando a quest’indirizzo

Se qualcuno saprebbe poi spiegare ad un ignorante assoluto del mondo Apple in cosa sono diversi X11 e Aqua e perché il secondo è migliore, gliene sarei davvero grato🙂

Ciao a tutti!

🙂

4 Risposte to “OpenOffice.org nativo per Mac OS X: ecco la prima alpha!”

  1. Sleeping Says:

    Se ho capito bene, è un problema di lentezza e di poca integrazione con il sistema operativo della Mela. E’ così o c’è dell’altro?
    Grazie delle eventuali spiegazioni!
    🙂

  2. gialloporpora Says:

    pseudotecnico di Firefox 3 (che per l’appunto si integrerà con aqua) dovrebbe essere anche una questione di integrazione col tema dei Mac; è come se usasse uno stile grafico estraneo all’ambiente Mac.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Aqua_%28informatica%29
    come se su Windows XP trovassi delle applicazioni che invece di essere XP like utilizzassero ancora il vecchio stile Win 98 (che io preferisco).

  3. Mac Pippo Says:

    Pardon se sono esplicito, ma non avete capito una mazza.

    Semplificando: il sistema operativo Mac OS X ha una sua interfaccia grafica, chiamata “Aqua”, quella bella/figa/azzurrognola-metallica/etc.
    Tutti i sistemi Unix (nb: mac os x E’ UNO UNIX) hanno invece sempre avuto come interfaccia un sistema chiamato “Server X”.
    Le due interfacce fra di loro sono parenti più o meno come un protozoo e un elefante. La conseguenza di ciò è che “portare” applicazioni nate in Unix sotto l’interfaccia Aqua è praticamente una riscrittura totale.

    Apple fornisce però anche un suo “Server X” che gira sotto Aqua: questo permette di ricompilare rapidamente (più o meno) applicazioni linux/unix con interfaccia X per farle funzionare sotto Mac OS.
    Questo server X deve essere caricato preventivamente per farle girare però: ecco perché quando fate partire Openoffice per Mac si apre nel dock anche l’icona di X11 (il server).

    Inconvenienti:
    1) Il server X pesa. Quindi, le applicazioni X sono più “pesanti” sotto Mac di una nativa per Aqua.
    2) L’integrazione non è perfetta: fare copia e incolla fra applicazioni per X e applicazioni Cocoa (quelle per Aqua) non è sempre possibile.
    3) Nonostante gli sforzi di Apple, il look and feel di un’applicazione per X non è identico a quello di un’applicazione Cocoa nativa.

    Quindi, portando Openoffice sotto Aqua, diventerà finalmente una “vera” applicazione per Mac OS X; diciamo che il server X lo potete vedere come una specie di “layer di compatibilità” per portare applicazioni Unix dotate di GUI sotto Mac OS.

  4. Sleeping Says:

    @ Mac Pippo: ti scusiamo😀 … del resto nessuno ha mai detto di essere un esperto del mondo Mac😉 … Ti ringrazio per la spiegazione, molto chiara🙂 !
    Spero di rivederti sul blog: le opinioni di un esperto del mondo Mac sono sempre interessanti per chi è quasi completamente a digiuno di questo mondo…
    Ciao ciao
    🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: