Configurare l’account SIP di Ekiga

Ciao a tutti!

Spinto dalla puntata di TAT di Carlo, ho deciso di riprendere un po’ in mano l’argomento VoIP che ho un po’ lasciato da parte da qualche tempo e ho pensato di scrivere questa piccola guida, sperando che sia utile anche a voi e possa diffondere maggiormente l’uso dei veri standard.

Cosa si intende per VoIP? E’ una tecnologia che permette di telefonare sfruttando Internet e non la linea telefonica tradizionale. Il vantaggio principale sta nel fatto che ha dei costi decisamente minori, quando non è addirittura gratis.

Detto questo, la prima cosa da fare è ascoltare la puntata n° 19 di Tecnica Arcana Telegrafica (da qui), che spiega molto bene cosa si intende per SIP (Session Initiation Protocol) e perché sia preferibile usare un account SIP piuttosto che un account Skype (ne parlerò anch’io più sotto). La seconda è di leggere le note all’episodio di TAT (qui), dove si trovano molti collegamenti interessanti.

Come credo voi sappiate, il mio PC è molto vecchio, ma soprattutto ha un sistema operativo che ormai non è più praticamente supportato da niente😦 (Linux sta arrivando😀 ). Il problema è che per WinME non sono disponibili le ultime versioni delle GTK+, che servono per far funzionare programmi come GIMP (alternativa libera a Photoshop), Gaim/Pidgin (client di messaggistica istantanea) e molti dei programmi compatibili con SIP. Se usate già uno di questi programmi, avete già le GTK installata. Per questo, scrivo la guida riferendomi a 3CX Phone che, oltre ad essere disponibile solo per Windows, è anche a sorgente chiuso. Di solito evito questo tipo di programmi, ma è stato l’unico programma ad avviarsi senza errori…

Prima di usare 3CX Phone, vi consiglio di provare il client di Ekiga.net (visto che credo sia già preconfigurato per l’account ekiga.net che creeremo in seguito). L’unica versione disponibile per Windows è ancora in fase beta ed è disponibile da poco tempo. Il consiglio è di usarla (e magari di segnalare eventuali errori agli sviluppatori per aiutarne lo sviluppo), ma di controllare ogni tanto che non ci sia una versione più aggiornata.

Iniziamo creando un account SIP di Ekiga. Per fare questo, andiamo su ekiga.net e selezioniamo “subscribe”. Completata la semplicissima procedura di registrazione, avremo un nome utente e una password. A questo punto, è necessario scaricare il cosiddetto client VoIP SIP, che è quel programma che ci permette di telefonare in VoIP usando il protocollo SIP. Per scaricare Ekiga, clicchiamo qui, mentre per scaricare 3CX Phone qui. La procedura non dovrebbe essere molto diversa tra un client e l’altro e per questo consiglio il client nativo di Ekiga (che è disponibile pacchettizzato per molte distro di Linux, oltre che per Windows), anche perché è a sorgente aperto.

La configurazione di 3CX è semplicissima. Basta seguire l’immagine di sotto e inserire il nome utente e la password appropriati:

capture02-05-2007-152933.png

Non chiedetemi cos’è lo STUN server, perché non l’ho ancora capito. Carlo, illuminaci tu😉 !

Se ottenete un pallino verde, come in figura, non dovrebbero essere necessarie altre configurazioni. Al massimo date un’occhiata per configurare il microfono e le cuffie e regolare al meglio il volume. La configurazione dell’account Ekiga su Ekiga stesso dovrebbe essere ancora più semplice: alla fine i parametri da inserire sono sempre gli stessi. Se volete usare un altro client compatibile con SIP, qui si trova una lista. La configurazione dovrebbe essere simile.

Perché non usare Skype? Skype, oltre ad essere a sorgente chiuso, usa anche un protocollo estremamente chiuso che lo rende compatibile solo con se stesso. In pratica, potete comunicare con altri utenti Skype solo usando Skype. Non c’è altra possibilità. Questo non è vero per altri protocolli ,comunque chiusi, come MSN (che andrebbero comunque evitati, se possibile). Infatti, è possibile comunicare con la rete MSN usando una miriade di altri client (anche migliori dello stesso MSN\Live Messenger di Microsoft).

Perché usare, invece, lo standard SIP? Perché è uno standard aperto che non vi lega ad una casa di software o ad un’unica azienda. Ad esempio, si può utilizzare l’account Ekiga su una miriade di software differenti, ad esempi, quelli presenti nella lista su Wikipedia e da ognuno comunicare con gli altri. Alcuni software, purtroppo, nascondono questa fondamentale interoperabilità di SIP (come WengoPhone e GizmoProject). Inoltre, gli account SIP possono essere utilizzati sui normali telefoni con delle specie di convertitori, ma su questo devo informarmi meglio da Carlo. Un altro esempio di utilizzo di SIP ci viene dalla Francia, dove il Nissardo usa un account SIP sia dal suo telefono Wi-Fi per telefonare da ogni luogo con le stesse tariffe con cui telefona da casa. Un’applicazione decisamente interessante che spero si diffonda anche in Italia. Al contrario, con Skype si telefona solo con Skype e a Skype e questo, secondo me, impedisce al mercato di evolversi e anzi lo chiude, come avvenne ai tempi (ormai passati) dove si poteva praticamente usare solo Internet Exploder. Adesso la libertà di scelta è più ampia, sicuramente, con indubbi vantaggi per tutti.

Altri collegamenti interessanti:

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1357389&p=3&r=PI

http://www.skypekiller.com/en/skype-killer-press-articles.cfm

http://blog.rubboli.it/index.php/2006/05/19/un-buon-motivo-per-non-utilizzare-skype/

Client SIP per PocketPC: http://www.sjlabs.com/sjp.html e http://www.ageet.com/us/agephone/index.htm

Per configurare il PocketPC, potete seguire la guida presente nella puntata n°16 di Microsmeta…

E adesso che ho il programma configurato cosa ci posso fare? Intanto per fare delle prove di funzionamento, potete contattare me all’indirizzo SIP sip:sleeping88@ekiga.net (occhio! Questo non è un indirizzo e-mail, ma una specie di “numero di telefono senza numeri”, anche se sembra un controsenso😉 ). Magari avvertitemi prima via mail così apro il programma. Adesso purtroppo sono sprovvisto di microfono e lo comprerò, spero, la settimana prossima. Inoltre, si può usare l’account anche per chattare (credo…). Se volete provare, inserite il mio indirizzo nell’elenco contatti e selezionate “invia messaggio” o “inizia chat” o qualcosa di simile. Quello posso farlo anche senza microfono😉 … Per provare la parte vocale, potete contattare Carlo all’indirizzo che dà durante l’episodio. E ovviamente siete anche invitati ad usarlo anche per comunicare con i vostri amici e a far capire ad altri l’importanza degli standard…

Se c’è qualcosa di poco chiaro o di sbagliato, lasciate un commento qua sotto. E naturalmente anche se avete problemi di configurazione o di installazione. E se vi va di scrivere qua i vostri indirizzi per creare una specie di rete libera alternativa a quella proprietaria di Skype, sarebbe anche interessante…

Ovviamente Ekiga è solo uno dei tanti che forniscono un account SIP, ma è tra quelli che lo forniscono in modo semplice e ancora più standard degli standard (non sono impazzito, questo lo si capisce dopo aver ascoltato la puntata di TAT😉 )… Se volete ampliare la guida o correggerla, fatevi avanti!

Ciao!

🙂

11 Risposte to “Configurare l’account SIP di Ekiga”

  1. alex - microsmeta Says:

    …Ottimo Sleeping, vedi: stiamo creando una “rete semantica” fra i nostri blog Sleeping – TecnicaArcana – Microsmeta – Tartaruga Tecnologica con informazioni complementari che arricchiscono ciascuno dei contributi. E’ molto più facile seguire in questo modo il filo logico, linkando manualmente gli articoli tramite una parola, che non attraverso un trackback automatico. Questo volevo dire l’altra volta…

  2. Claudio - Di@naLogic Says:

    Ottimo articolo, posso dire di aver imparato qualcosa.
    in proposito volevo fare una domanda molto banale: qual’è il miglior software da utilizzare?
    No vi prego non prendetemi a parolacce!!!!
    Da qualche punto bisogna pure iniziare, e mi sembra di aver capito che la scelta di sleeping su Ekiga sia stata condizionata dalle condizioni del suo Pc.
    mi sembra di aver sentito parlare bene di Gizmo, che ne dite?

    ora vado ad ascoltarmi TAT ciao

  3. sleeping88 Says:

    @ Alex: trovo che questa forma di collaborazione sia interessante, anche perché credo stimoli tutti a migliorare e continuare a scrivere. Ad esempio, tu hai spiegato bene come configurare il collegamento in Wi-Fi tra il palmare e il router. Mettendo insieme le due cose si potrebbe usare un palmare per chiamare con SIP😉 … A proposito: se hai creato un account ekiga e magari hai provato i software che ho lasciato scritti sotto, potresti lasciare qua le tue opinioni sulla semplicità, qualità, ecc ecc? Verrebbe fuori un intervento senza dubbio interessante🙂 .

    @ Claudio: Io ti consiglio Ekiga che purtroppo io non ho potuto utilizzare perché il mio PC è troppo vecchio (te le consiglio se usi XP, mentre col 98 ti consiglio 3CX che sembra funzionare meglio su vecchi PC). Purtroppo, come già detto, Ekiga per Windows è ancora in versione beta, quindi potrebbe essere un po’ instabile, ma vale la pena di provarlo. Se dovessi avere problemi, scrivi pure qua. Cercheremo di fare il possibile.
    Per Gizmo il discorso è un po’ diverso. Infatti, Gizmo (pur essendo forse un buon software visto che, sigh, non gira su WinME😦 ) utilizza un modo complicato per indicare l’indirizzo SIP e rende l’interoperabilità più difficile con altri software che utilizzano sempre SIP. Se hai ascolti la puntata di TAT, capirai sicuramente meglio.
    La cosa migliore secondo me è creare un nuovo account Ekiga e poi utilizzarlo con Ekiga, con 3CX o con qualche altro software SIP che trovi nella lista…

    PS: in questo blog regge (almeno per adesso😀 !) la libertà di parola. Quindi puoi fare qualsiasi domanda ti venga in mente…

  4. Carlo Becchi Says:

    A domanda, rispondo.

    STUN [Simple Traversal of UDP through NAT] è un protocollo che permette ad un client di scoprire il suo indirizzo “esposto” nel caso in cui sia dietro uno o più nat.
    Essendo il protocollo “client/server” il server serve il cliente per permettergli di ottenere questa informazione e il tipo di NAT che lo nasconde.
    In parole povere, se sei dietro ad un router userai un nat, perchè è il router a ricevere l’Ip pubblico e non il tuo pc.
    In questo caso il client voip dovrà sapere come attraversarlo.
    Se sei collegato direttamente con un modem USB il server STUN non ti serve, ovviamente.
    Carino che EKIGA, in fase di installazione pubblichi la risposta del server STUN, dicendoti come agisce il tuo NAT. In questo modo, seguendo l’help on line sai se sono necessarie modifiche alla configurazione del router e in che entità.

  5. habib Says:

    buona cera a tutti

  6. habib Says:

    volevo chattare

  7. Sleeping Says:

    Vi segnalo anche una guida per installare WengoPhone su Linux:
    http://ilpinguinofurioso.wordpress.com/2007/08/07/installare-wengophone-su-ubuntu-704-e-su-linux-in-generale/
    Per una rapida descrizione del programma vi rimando alla guida, ma è un client VoIP basato su standard SIP che permette anche la chat con diversi altri protocolli, come MSN e Jabber (Google Talk). Da conoscere…
    🙂

  8. skypekiller Says:

    Great Post! Grazie Mille!

  9. Sleeping Says:

    Sono contento che il post ti sia piaciuto e ti ringrazio per i complimenti🙂
    Torna quando vuoi sul blog…

  10. bigstonefilms Says:

    Grazie per il contributo che ci hai dato ottimo , esplicito , interessante sei un grande ciao

  11. magogae Says:

    Ma come si fa a cambiare la skin di 3cx? e per inserire una immagine personale nel riquadro del telefono? il manuale non ne parla.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: