Archive for the ‘tecnologia’ Category

Puntata n° 24 di Microsmeta Podcast :)

10 gennaio 2013

Ciao a tutti :)

Riuscendo miracolosamente a rispettare le scadenze, ecco a voi, pronta per il vostro giudizio e (speriamo) il vostro interesse e divertimento, una nuova puntata di Microsmeta Podcast a cui partecipo anch’io, come l’altra volta.

La puntata è dedicata al CES 2013 di Las Vegas, ma un CES che diventa uno spunto per riflettere insieme sullo stato attuale della tecnologia e sulla direzione verso cui ci stiamo muovendo (o ci vorrebbero far muovere). E’ una chiacchierata fra me e Alex, nessun’ambizione di completezza né d’infallibilità.

Qualche link:

L’episodio da scaricare (cliccate su VBR MP3)

Il feed per abbonarsi al podcast (link per iTunes)

Il completissimo post di Alex per avere tutte le notizie possibili immaginabili riguardo al CES

Quindi, come dire, noi ci siamo messi in gioco, adesso tocca a voi :)

Fateci sapere cosa pensate della puntata e soprattutto di quest’approccio così critico vero la tecnologia che contraddistingue questa puntata. Dateci consigli su come continuare meglio e rendere il podcast più interessante per tutti. Vi aspettiamo :)

Salvare immagini in locale con OpenOffice.org Writer

23 giugno 2010

Ciao a tutti :) . Penso di aver fatto il record, stavolta, con quasi un anno e mezzo di distanza dall’ultimo articolo ;-) … C’è ancora qualcuno che legge questo sventurato blog =) ?!

Solo un post veloce, quasi un promemoria anche per me, ma che potrà tornare utile a tanta gente, penso, che ha il mio stesso problema e su internet non è così veloce e facile trovare la risposta (e districarsi fra gente che non ha capito il problema e domande mai risposte). O almeno, io c’ho provato, ma mi sono stufato e ho preferito cavarmela da me (e ogni volta mi dimentico come si fa =D ).

Beh, vi è mai capitato di fare copia incolla di una pagina internet su Writer? Vi sarete accorti che le immagini contenute nella pagina non vengono realmente salvate nel vostro documento (come comportamento predefinito), ma ne viene salvato solamente il collegamento, con i diversi problemi che ne conseguono:

  • se non si ha a disposizione una connessione ad internet, l’immagine non sarà visibile se la connessione è lenta
  • ci vorrà molto tempo a scaricare le immagini e ogni volta che si apre il documento si perde un sacco di tempo
  • se l’immagine viene cancellata o spostata dal server (cosa molto frequente), rimarrà un triste riquadro bianco e l’immagine non si vedrà più

L’unico vantaggio sta nella dimensione del file che evidentemente rimane più piccola non salvando l’immagine in locale, ma non mi sembra una gran consolazione. Come fare a salvarla fisicamente all’interno del file per averla sempre a disposizione? In realtà è più semplice di quanto possa sembrare, ma purtroppo non molto intuitivo.

Basta andare su Modifica – Collegamenti, selezionare le immagini desiderate e cliccare su Interruzione. Tutto qui :)

A questo punto vi accorgerete che aumenterà la dimensione del file, ma le immagini verranno salvate permanentemente all’interno del file :)

A presto :) … Chissà che durante l’estate non riesca a pubblicare qualcosa, ma non mi sento di promettere niente, anche perché quest’estate si promette molto pieni di impegni e di cose, anche belle, da fare :)

Voi, affezionati lettori (se mi avete ancora nel lettore di feed non potete che esserlo e ve ne ringrazio =) ), come state? Vi ricordo che la mia mail è sempre la stessa e che sono contento di ricevere posta da parte vostra :) . Lasciate pure commenti dove volete che mi fa piacere leggerli :) … Durante l’attesa (spero non troppo lunga) di un prossimo articolo non posso che consigliarvi di fare un giro per il blog. Potreste trovare qualcosa che vi interessa :)

Un saluto a tutti e un arrivederci a presto :)

Sleeping

Disponibile la nuova versione 3.0.0 di OpenOffice :-)

14 ottobre 2008

Qualche giorno di ritardo rispetto all’iniziale tabella di marcia che lo dava disponibile per la fine di settembre è la “spesa” che abbiamo dovuto pagare per quest’ottimo aggiornamento di quest’ottimo software =D

Uno dei software a sorgente aperto più amati e diffusi si aggiorna alla nuovissima versione 3.0.0 che era attesa da molto tempo :) … Io ne ho seguito lo sviluppo dalle varie fasi di alpha, beta e RC che si sono succedute: in un certo senso l’ho visto migliorare passo dopo passo :D

Non ho ancora letto di preciso il changelog della versione finale (che è poi identica alla RC4) e adesso è tardi per guardare visto che il sito di OpenOffice è giù e riporta solo una pagina in cui si può procedere allo scaricamento ed i vari specchi sembrano essere anche piuttosto veloci. Ma perché non favorire lo scaricamento attraverso BitTorrent o eMule per la prima settimana dal rilascio?!?… Per farvi capire la quantità immane di dati che sono stati scaricati solo in questi due giorni dal rilascio ufficiale, leggete qui! I cambiamenti sotto il cofano, comunque, sono davvero un’infinità!! Si va dalla correzione di piccoli (o grandi… ) bachi, all’eliminazione di codice superfluo fino all’aggiunta di nuove caratteristiche minori e meno visibili… A questi indirizzi, trovate tutte le modifiche che sono state fatte durante le varie RC (piuttosto incomprensibili se, come me, masticate poco questo linguaggio =D )

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc1.html

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc2.html

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc3.html

http://development.openoffice.org/releases/3.0.0rc4.html

Le novità che c’aspettano sono molte e anche piuttosto interessanti, anche se non tutte immediatamente visibili:

(more…)

Rendiamo eMule veloce e sicuro!

12 gennaio 2008

PREMESSA: QUESTO POST NON VUOLE IN ALCUN MODO INCITARE LA PIRATERIA DI ALCUN GENERE, MA SOLO ESSERE D’AIUTO PER CHI UTILIZZA QUESTA RETE PER LO SCAMBIO DI MATERIALE LEGALE (quindi materiale Creative Commons o materiale per cui il copyright sia scaduto o non ci sia mai stato, ecc). Ricordo, per esempio, che il famoso portale per scoprire nuova musica sotto licenza CC Jamendo (e sicuramente non solo lui) prevede lo scaricamento dei file anche attraverso BitTorrent o eMule per ridurre i costi di banda, quindi è sempre più importante saper configurare correttamente questo programma :-)

Per vedere il grado di salute del vostro mulo, si fa riferimento alle due freccette che compaiono in basso a destra e che devono essere entrambe di colore verde (in questo caso si parla di ID alto, per quanto riguarda i server). Se una delle due o entrambe non lo sono, non potrete ottenere il massimo da eMule. Vi consiglio anche di leggere questa guida, anche se mi permetto, per l’esperienza che ho avuto, ma non la voglio far passare per regola generale (vedi sotto) di non sconsigliare l’utilizzo dei modem router come c’è scritto nella guida ;-) , anche se per un P2P non estremo credo siano adatti (forse quelli da 15€ no, però :mrgreen: ). Per avere entrambe le freccette verdi ci sono diverse possibilità [mi dispiace di dover dividere il post, ma non ho altra scelta, vista la lunghezza]: (more…)

Podcast Day 2007 (stavolta definitivo :-D )

28 ottobre 2007

Alla fine sono riuscito anch’io a decidermi di presentare i miei tre podcast a scelta. La scelta è stata abbastanza difficile perché avrei voluto inserirne più di tre, ma le regole sono regole :-D … Ci tengo a precisare ai podcaster che non saranno nella lista che il motivo non è perché non vi ascolto o il vostro podcast non mi interessa, ma semplicemente perché ho dovuto per forza fare una scelta. Iniziamo, in ordine sparso, per non fare torto a nessuno ;-)

Il Nissardo: in questo podcast si alternano argomenti tecnologici ad argomenti più vari. Come dice anche Andrea ci sono puntate più tecniche ed altre meno, ma vi assicuro che, anche se le puntate durano mediamente un’oretta (Andrea prova sempre a farle più brevi, ma è riuscito solo poche volte a fare una puntata più breve :-D ), non c’è spazio per la noia. Il Nissardo infatti è uno dei podcast in cui secondo me si ascolta la migliore musica CC e Andrea sa sapientemente alternare la parte parlata alle sequenze musicali. Nelle ultime puntate, inoltre, si è aggiunta anche Francesca che (secondo me) ha un forte accento toscano e questo rende il podcast anche linguisticamente interessante per me che non conosco nessuno in Toscana. Vi ricordo che Andrea tiene anche un blog aggiornato quasi quotidianamente con le principali notizie tecnologiche e non del momento (un motivo in più per abbonarsi). Assolutamente da ascoltare! FEED

Microsmeta Podcast: se invece preferite podcast più brevi e che parlano di tecnologia vi consiglio Microsmeta. Le puntate durano senza dubbio meno di quelle del Nissardo e sono, come dire, più “concentrate” di tecnologia e d’informatica, tralasciando un po’ la componente musicale (non si può avere tutto :-D ). Negli ultimi tempi, Alex si sta anche aggiornando per rendere il podcast anche un video-podcast con l’aggiunta di alcuni video (qualche esperimento l’aveva fatto anche in passato, ma stavolta ha più esperienza e sicuramente il risultato sarà ottimo), degli interventi di altri blogger e podcaster e ha anche aggiunto il feed per chi utilizza una connessione mobile con il cellulare, che ovviamente ha esigenze diverse (anche di banda) rispetto ad una connessione ADSL casalinga. Un podcast in continuo movimento e aggiornamento :mrgreen:FEED

Nel Garage: l’esperienza di Michele fatta con Bosforocast si sente anche in questo podcast. Questo podcast è prevalentemente musicale e la musica che viene passata è ovviamente Creative Commons, come quella degli altri podcast indipendenti e si concentra in particolare sulla musica punk, garage rock, reggae, ska, psychobilly… Anche se il podcast è prevalentemente musicale, come ho detto, questo non vuol dire che non ci sia spazio anche per la parte parlata. Michele infatti è molto simpatico e ha, per dirla complicata, un registro linguistico non troppo forbito :lol: e questo condisce la musica con molta ironia e simpatia. Anche in questo caso, la noia se ne sta bella distante :-) ! FEED

Ne ho tralasciati molti altri :-( … Avrei voluto parlarvi, per lo meno, di Tecnica Arcana (magistralmente condotta da Carlo di cui però vi avevo parlato molte altre volte: la puntata sul P2P e sull’ADSL sono ottime e sono rimaste per me tra quelle che ho preferito :-) ), di Rockcast Italia (con la migliore musica Rock Creative Commons e non solo disponibile), di Itacast (perché non c’é Italiano più Italiano di un Italiano residente all’estero! Itacast è un podcast quasi mensile prodotto da due italiani residenti all’estero. Si ascolta buona musica e si discute del viaggio come scelta di vita), del Nanello (podcast musicale con musica principalmente elettronica e techno che dopo molto tempo di silenzio e tornato al computer e presto anche al microfono :-) ), di Radiografia (podcast condotto da due giovani folli milanesi :-D ), di Scientificast (podcast, questa volta serio :-D , su tematiche scientifiche, ma non solo capace di appassionare anche chi come me non è troppo appassionato di temi scientifici), della Tartaruga Tecnologica (un podcast che parla di informatica in modo semplice: se siete interessati all’informatica, ma al tempo stesso non siete molto esperti e volete che qualcuno vi spieghi semplicemente questo cose, la Tartaruga è il podcast che fa per voi :-) ), dell’Everyday Show with PB (con la migliore musica metal e rock rigorosamente CC e un tocco personale di simpatia di “un dottore in chimica con il pallino del podcast!!!” ), del The Funny Show (ogni settimana Funny conduce uno spettacolo di intrattenimento radiofonico ideato, condotto e registrato da lei, con diversi personaggi, per proporre il meglio della musica Rnb e Soul tratta dall’underground mondiale: definizione copia-incollata dal suo sito, ma non vedo il motivo per cui cambiarla visto che è già molto chiara), del Vispodcast (anche in questo caso, un podcast tecnologico che esprime il punto di vista personale di Vincenzo sulle notizie tecnologiche, dandoci modo di mettere ordine e di orientarci tra tutte le notizie che si susseguono giorno dopo giorno) e mi sembra (spero…) di non aver dimenticato nessuno…

Mi scuso per il ritardo e anche per essere stato, come al solito, troppo prolisso, ma alla fine anch’io sono riuscito a fare una lista dei miei podcast preferiti :-)

Complimenti ancora agli organizzatori del Podcast Day per l’ottima idea e buon podcast a tutti :-)

Ciao ciao!

:-)

Podcast Day 2007!

4 ottobre 2007

I più attenti si saranno accorti che ho aggiunto un nuovo collegamento nel blogroll, ma per molti sicuramente è passato inosservato :mrgreen: . Si tratta proprio del Podcast Day 2007 (che è tra l’altro il primo ;-) )!

E’ ovvio che io supporti quest’iniziativa di questo tipo, però ho preferito dedicargli un post (e mi sembra proprio il minimo :-D ) per renderla nel mio piccolo un po’ più visibile. Siete curiosi di sapere di cosa si tratta? Vi rimando al blog dell’iniziativa e ci saranno sicuramente tutte le risposte alle vostre domande, senza ripeterle qua, magari banalizzandole. Mi raccomando: partecipate numerosi!

Buona lettura!

Ciao :-)

Contribuiamo a Firefox3 GranParadiso!

26 settembre 2007

Sotto il benefico influsso della musica della 56^ puntata dell’Everyday Show, inizio a scrivere questo post ;-) . In realtà, non è molto originale visto che praticamente tutte le informazioni provengono da GialloPorpora, alcune dal suo blog e altre da alcune mail che ci siamo scambiati, però ho cercato di riunirle qua per chiarire le idee a chi volesse contribuire attivamente allo sviluppo della nuova versione del nostro amato browser :-)

Questa guida si riferisce soprattutto a Windows, anche perché credo che chi utilizza Linux non abbia nessuna difficoltà a capire come si fa. Seconda cosa: Firefox3 (o Gran Paradiso) gira solo su Windows 2000, XP e Vista per quanto riguarda la piattaforma Windows e quindi Win98 e WinME non sono più supportati :-( . E’ una cosa che dispiace anche a me visto che anch’io ho un PC con Win9x, ma è stato necessario perché Gecko 1.9 e Cairo (che è la libreria grafica utilizzata da Gecko 1.9) non supportano queste piattaforme. Inoltre, Microsoft ha tagliato ogni supporto a queste piattaforme nel luglio del 2006…

Se come me volete scaricare da Internet a 54962795 GB/s dovete contribuire allo sviluppo di Firefox3 :-D . Non mi credete? Ecco la foto che lo testimonia!

Gran Paradiso

Mi sembra ovvio che è un bug del nuovo gestore download di Gran Paradiso che finalmente ha la funzione per riprendere ciò che si sta scaricando tra una sessione e l’altra. Un vero gestore download coi fiocchi!

Vi ricordo di NON USARE VERSIONI ALPHA DI UN SOFTWARE PER IL LAVORO NORMALE DI TUTTI I GIORNI. Gran Paradiso funziona discretamente, ma ha (ovviamente) ancora diversi bachi e non è impossibile che possiate perdete i dati del vostro profilo, quindi installate le alpha di Firefox3 solo se sapete cosa state facendo e cosa vuol dire software alpha, altrimenti è meglio lasciar perdere, per evitare possibili conflitti, perdite di dati o instabilità varie…

Prima di tutto fate un bel salvataggio del vostro attuale profilo di Firefox. Non si sa mai :-D . La cosa più importante da salvare sono senza dubbio i segnalibri e per fare questo entriamo in Gestione segnalibri dal menu segnalibri e clicchiamo su esporta. Se usate estensioni particolari e volete essere sicuri di non dimenticarne qualcuna nel caso doveste reinstallare, potete scrivervi da parte una lista. Non sarà molto tecnologico o web 2.0, ma se non altro è un metodo sicuro :-D .

Controllate di aver chiuso tutte le sessioni di Firefox e poi, invece di aprire Firefox come al solito cliccando dal desktop o dal menu start su Firefox Firefox, entrate nelle proprietà del collegamento e inserite al posto del percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” il percorso “C:\Programmi\Mozilla Firefox\firefox.exe” -p . Adesso cliccando su quel collegamento si aprirà una simpatica e utile schermata che probabilmente non avrete mai visto. Cliccate sul collegamento e si aprirà una simpatica finestra che permette di gestire i vari profili di Firefox. Se non avete mai visto questa finestra, ci sarà un unico profilo chiamato default. Cliccate su Crea Profilo e chiamate il nuovo profilo GranParadiso (o un nome simile) ed deselezionate la casella “Non chiedere all’avvio” di modo che quando avviate Firefox2 o Firefox3, vi chieda quale profilo usare. Naturalmente bisognerà usare default per il Firefox classico e GranParadiso per Firefox3.

Adesso siamo pronti a scaricare la versione 3.0 alpha 8 di Firefox3 dal sito di Mozilla.

L’installazione non richiede particolari accorgimenti se non di non avviare Gran Paradiso al termine dell’installazione e di non fargli creare icone o collegamenti sul Desktop. Come prima è necessario modificare il percorso del collegamento da “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” in “C:\Programmi\Gran Paradiso\firefox.exe” -p “GranParadiso” per far avviare Firefox3 con il profilo GranParadiso e non quello standard. A questo punto, avviando GranParadiso dovremmo trovarci di fronte ad una pagina diversa da quella solita. Se GranParadiso vi chiede di diventare browser predefinito negategli il permesso visto che lo sarà l’altro Firefox (o qualsiasi altro browser che sia quello predefinito)… E’ più difficile a dirsi che a farsi :-) . Per importare i plug-in della vecchia versione in quella nuova è necessario copiare la cartella cartella “plugins” da %ProgramFiles%\Mozilla Firefox in %ProgramFiles%\Gran Paradiso [%ProgramFiles% è C:\Programmi\ nella versione italiana di WinXP]

Adesso possiamo sbizzarrirci a provare le novità della nuova versione (vediamo chi ne trova di più senza cercare da altre parti ;-) ), ma soprattutto possiamo contribuire allo sviluppo e alla segnalazione di bachi dal menu “?” o ancora meglio contribuendo a fare una serie di test sul sito di Litmus@Mozilla. I test sono un po’ noiosi e possono sembrare inutili, ma non è così, anzi…

Potete, inoltre, segnalare i bachi che trovate su Bugzilla@Mozilla, dopo aver creato un account Bugzilla (una cosa semplicissima, comunque). Prima di aprire un nuovo bug è importante controllare che non sia già presente e, nel caso non lo fosse, spiegarlo in modo chiaro e non superficiale. Compilare un buon bug non è una cosa semplice: per chi fosse interessato sul sito di Mozilla Italia ci sono alcune indicazioni da seguire.

Da non sottovalutare anche il report automatico dei crash. Quando Firefox si blocca, infatti, si apre una finestra che permette di inviare agli sviluppatori dei dati per poter risolvere il problema. Questa procedura è completamente automatica (quindi niente registrazioni o pagine incomprensibili da interpretare) ed è comunque molto utile. A questo scopo controllate nelle estensioni di Firefox che l’estensione Talkback sia attiva.

Per segnalare memory leak si può fare riferimento a questo blog. Per segnalare i memory leak, vi consiglio di installare l’estensione Leak Monitor che ha il compito di segnalare dei bug contenuti nelle estensioni stesse.

Gran parte delle informazioni per questo articolo (praticamente tutte :mrgreen: ) le ho ricavate dalle email e dal blog di GialloPorpora che vi consiglio di visitare e a cui vi consiglio di abbonarvi per rimanere aggiornati sugli sviluppi di Firefox, ma anche su molti altri argomenti. Altri blog più specifici a cui fare riferimento sono Mozilla Links e Mondozilla.

Visto che ci sono vi ricordo di tenere sempre aggiornato Firefox. L’ultima versione è la 2.0.0.7 :-) . Se avete versioni precedenti, aggiornate con il controllo aggiornamenti. Vi ricordo che il ramo 1.5.0.x di Firefox non è più supportato e va assolutamente aggiornato al ramo stabile 2.0.0.x…

Spero che qualcuno di voi contribuirà seguendo le poche istruzioni che vi ho dato, così quando vedremo finalmente la versione definitiva potremo dire: “Anch’io ho fatto la mia parte ;-) “. Fatemi sapere se sono state utili, se ci sono errori, ecc… E grazie ancora a GialloPorpora :-) !

Un saluto a tutti!

:-)

Non c’è solo Mozilla Firefox ;-) …

13 settembre 2007

Ciao a tutti!

Forse il titolo può sembrare un po’ provocatorio, ma in questo post vorrei descrivervi le principali alternative al grande Mozilla Firefox. Sto abbandonando Firefox? Ma nemmeno per sogno ;-) (altrimenti perché avrei scritto così tanto su di lui?). Solo credo che sia sempre meglio conoscere le diverse alternative per poi scegliere quella che ci aggrada di più. Inoltre, anche gli altri browser hanno delle caratteristiche interessanti che vale la pena conoscere :-)

Il problema principale di Firefox è la sua lentezza all’avvio e in generale il fatto che consuma una discreta quantità di RAM. Ho scoperto che alcuni utilizzano Internet Explorer (magari anche la versione 6, non aggiornata ) per pigrizia di cercare delle alternative, ma anche a causa di questo problema :-( , anche se magari hanno Firefox installato. Effettivamente è un problema non da poco e a cui Mozilla dovrebbe prestare più attenzione, secondo me). Il browser di Mozilla si può comunque alleggerire: vi rimando ad una guida di GialloPorpora e ad un completo articolo su Megalab (comunque scritto da GialloPorpora ;-) , oltre che da Pacopas). Sui PC recenti la pesantezza di Firefox non è un problema, però non tutti hanno questa fortuna (o giustamente non vogliono mandare in cantina il vecchio PC dopo aver acquistato quello nuovo). C’è anche da dire che un passaggio ad un altro browser sarà praticamente obbligato per i vecchi Windows 9x (cioè quelli che non sono NT, 2000, XP o Vista) in quanto la prossima versione di Firefox (la 3) non supporterà più questi sistemi operativi e la versione 2 non sarà supportata per sempre (qualcuno sa fino a quando lo sarà?).

Queste sono le alternative che vi propongo, con qualche opinione personale (vista la lunghezza, ho preferito dividere il post; spero che questo non crei disagi: se ci dovessero essere lo riunisco :-) ):

(more…)

Nuovo microfono…

24 agosto 2007

Ciao a tutti!

Eccomi tornato dalla Francia, anche se con un giorno di anticipo…

Sembra impossibile, ma per riuscire a trovare un microfono come intendevo io (a basso costo soprattutto, non USB per evitare incompatibilità con Linux che prima o poi si deciderà ad arrivare :-D e non i telefoni solo Skype) sono “dovuto” andare in Francia ;-) . Nei negozi in cui ho cercato qua a Verona, ho trovato solo apparecchiature quasi professionali (o almeno, penso, visto il costo…) oppure microfoni in vendita abbinata ad una webcam, che a me non serve, sui 40/50€ che è decisamente troppo per l’uso che ne devo fare.

In Francia invece ho trovato molto più assortimento e alla fine ho comprato un microfono da solo e delle cuffie con microfono. In particolare questi sono i due che ho comprato…

Trust MC-1200 & Trust HS-2100

e ho speso meno di 10€ in tutto :-)

Adesso potrò finalmente sostituire il microfono intgrato dell’Eyetoy la cui qualità sicuramente non è il massimo :mrgreen: (come webcam, invece, non è malvagissima). So che il Dok e gli altri amanti della qualità audio impallidiranno :-D , ma per me è già qualcosa (soprattutto dopo aver rovinato il podcast di Alex ;-) ). Almeno se qualche podcaster mi volesse coinvolgere (ne sarei felice, come sempre :-) ), mi posso presentare con un’attrezzatura un po’ più accettabile…

PS: questo vuole essere anche un saluto a tutti voi lettori, visto il periodo che mi aspetta che dovrebbe finire verso metà settembre. Nel frattempo devo studiare e tenere sott’occhio molte altre cose. Per chi vuole leggere qualcosa, il post precedente contiene gli articoli del blog che mi sembrano più interessanti.

A presto!

:-)

OpenDocument o OpenXML?

18 agosto 2007

Mi capita raramente di creare un nuovo articolo solo per rimandare ad una notizia, ma questo è uno dei pochi casi. Cercherò anche di trarre qualche conclusione, aspettando le vostre impressioni…

Leggo su Slashdot un interessante confronto tra la penetrazione del formato di Office 2007 e OpenDocument, che è il formato usato principalmente da OpenOffice e KOffice, ma anche da molti altri software. Il confronto viene svolto “contando” quanto documenti nei due formati sono presenti su Internet e si vede come ODF (OpenDocument) sia molto più diffuso. Come alcuni hanno fatto notare, non si tratta di un metodo sicuro per dimostrare la penetrazione dei due software in quanto su Office 2007 e comunque possibile anche nei “soliti” formati binari .doc, .xls e .ppt, oltre che nei più nuovi .docx, .xlsx e .ppt, oltre al fatto, aggiungo io, che in entrambi i casi si tratta di numeri tutto sommato piccoli per poter decretare un “vinto” e un “vincitore”. Inoltre, da tempo esiste un’aggiunta gratuita che si può fare ad Office per permettere di salvare in OpenDocument, scaricabile da sourceforge. Vi invito ad approfondire la questione visitando anche i seguenti siti: http://www.geniisoft.com/showcase.nsf/archive/20070813-1201 e http://www.markshuttleworth.com/archives/132 , oltre a leggere i commenti su slashdot e sul blog geniisoft che aggiungono qualche considerazione interessante, da entrambi i punti di vista…

Questa è una mia rapida traduzione assolutamente non ufficiale dell’articolo di slashdot, per chi avesse difficoltà con l’inglese (così mi alleno anche per l’esame :-D ):

“Negli otto mesi successivi al rilascio pubblico di Office 2007 (due mesi prima era disponibile solamente per la clientela aziendale), sono presenti meno di 2000 documenti in questo formato nella rete. Negli ultimi tre mesi, sono stati pubblicati in rete altri 13400 documenti in formato ODF, mentre ne sono stati aggiunti solo 1329 nel formato OOXLM (ndt: quello di Office 2007). Sarebbe difficile per Microsoft aumentare di 10 volte il numero di documenti OOXML, soprattutto tenendo conto del fatto che il 34% di questi nuovi documenti OOXML sono stati aggiunti su microsoft.com. Non mi sembra che questo sia un gran segno per la dominante suite d’ufficio di Microsoft.”

Tra l’altro la cosa buffa è che Microsoft ha chiamato il suo nuovo formato Office Open XML o semplicemente OpenXML, insistendo quindi molto sulla parola Open (quando in realtà tanto “open” non è). Verrebbe anche da chiedersi il perché di questa scelta così inusuale. Forse perché ha paura di OpenOffice e quindi vuole creare confusione tra gli utenti meno informati? Stranamente, non avevano altri nomi da dargli :-D ?

In ogni caso, il fatto che la ISO continui a rifiutare il formato di Microsoft come standard è sicuramente una notizia positiva. Ricordo che OpenDocument è da diverso tempo standard ISO… Questo non potrà dirsi sicurezza di una vittoria certa di OpenDocument sul formato di Microsoft (è ancora troppo presto per dirlo), ma è sicuramente una buona notizia per noi amanti del software libero :-)

Tra l’altro, Microsoft sta spingendo anche per l’adozione del formato XPS in luogo del superusato PDF (un lettore PDF penso che tutti ce l’abbiano installato sul proprio PC). E’ un formato praticamente sconosciuto e introdotto da poco, ma si può già leggere qualcosa sulla Wikipedia. E’ possibile salvare in questo formato da Office 2007, dopo aver scaricato da Microsoft un programma che permette anche il salvataggio in PDF. Installato .NET 3.0 viene creata una stampante virtuale, come avviene con il PDF da cui è possibile stampare da qualsiasi applicazione Windows. Come sempre, ho voluto sperimentare un po’ e ho utilizzato un documento PDF di solo testo di circa 350 pagine. L’originale in PDF occupa 3,94MB. Lo stesso identico documento stampato in XPS con la stampante ufficiale Microsoft occupa 133MB e 550MB se decompresso!! La differenza è che i PDF sono aperti e li leggo e li creo dappertutto con qualsiasi SO e con un’infinità di programmi, spesso liberi e gratuiti (oltre ad Adobe Acrobat), mentre gli XPS si creano solo su XP superaggiornato e su Vista, come se non esistessero altri SO. Almeno lo sforzo e le limitazioni producessero un file competitivo. Lascio trarre a voi le conclusioni ;-) [è stata solo una prova sporadica che non vuole in nessun modo considerarsi esaustiva: quando avrò più tempo ne farò delle altre un po' più complete]…

Ciao a tutti!

Vi invito, come sempre, a lasciare commenti con le vostre impressioni, curiosità, miei errori, ecc

:-)

Google Talk supporta SIP!

12 agosto 2007

Nemmeno nel periodo estivo, lascio tranquillo il blog :-D . A proposito, voi che fate in questo periodo? Siete “già” in vacanza? Ci siete già stati o avete altri piani?

In questo periodo sto usando abbastanza Google Talk (per WinME non era disponibile) e sto scoprendo alcune cose interessanti. Quello che scriverò adesso si riferisce alla versione inglese di Gtalk che come ho scritto qualche giorno fa è molto più avanti rispetto a quella italiana. Non so se quello che scrivo valga effettivamente anche per la versione italiana, ma probabilmente sì visto che comunque le chiamate vocali sono supportate…

Magari lo sapranno tutti (io no :-D ), ma anche Google Talk supporta lo standard SIP. E cioè? Continuando la lettura si dovrebbe capire, ma se ne era parlato anche qua oppure sulla Wikipedia

Da questa pagina del sito ufficiale di Google, si legge come Google sia interessata a supportare lo standard SIP, come supporta anche Jabber (e quindi XMPP che è alla base di Jabber). La pagina non viene aggiornata da circa un anno e mezzo e così mi sono domandato se effettivamente adesso la situazione fosse cambiata e Google Talk supportasse effettivamente lo standard SIP o si fosse accantonato il progetto. Ho iniziato quindi a fare un po’ di prove con i vari client SIP installati per l’occasione (3CX, Ekiga, WengoPhone e GizmoProject). Lo scopo era quello di vedere se vi fosse effettivamente interoperabilità tra i diversi client ed account, la miglior qualità dello standard SIP, e sono rimaso stupito nel vedere che effettivamente c’è :-) (anche se ho ci sono stati momenti in cui pur essendo collegato, apparivo come se non lo fossi, ma sono stati momentanei)…

Nel caso abbiate un account in uno di questi software, avete già un account SIP, altrimenti potete crearne uno seguendo la guida che ho indicato di sopra. Questi sono gli indirizzi dove scaricare i vari software: Google Talk, Ekiga, GizmoProject, WengoPhone e 3CX. Ho fatto davvero molte prove e ho anche fatto una foto ognuna delle varie sperimentazioni. Ovviamente le possibilità di personalizzazione sono praticamente infinite, ma ne ho provata una vasta gamma e sono andate tutte a buon fine. Mi scuso con chi preferisce i feed completi: in genere, li preferisco anch’io e ho sempre pubblicato tutti gli articoli completi, ma per questo ho preferito fare un’eccezione vista la lunghezza e la presenza di immagini… Ecco le foto (clicca su “Read the rest of this entry” per continuare a leggere…):

(more…)

Google Talk in italiano è indietrissimo!!

1 agosto 2007

Ciao a tutti!

Se usate Google Talk (se non sapete cos’è, vi rimando come al solito alla Wikipedia), probabilmente lo starete usando in italiano. Ricordo che purtroppo Gtalk funziona solo su XP/2000) e non su Win9x e nemmeno per MAC o Linux. Probabilmente il supporto verrà aggiunto prossimamente, anche se su Linux è possibile usarlo con Wine, il MAC non lo conosco (fatemi sapere voi!). Il programma purtroppo non è opensource però funziona bene. Quello che volevo dire è che se lo usate, scaricate la versione inglese che funziona tranquillamente anche su XP italiano. Ovviamente è tutto in inglese, però è semplicissimo da capire (l’interfaccia è sempre la stessa).

La versione italiana è vecchissima e manca di molte funzioni presenti in quella inglese. Le funzioni più evidenti che mancano sono il trasferimento file e la possibilità di mandare mail vocali, e non mi sembra poco. Ovviamente il trasferimento file funziona solo con altri Gtalk inglesi perché in quella italiana non c’è ancora e purtroppo nemmeno con client alternativi come Pidgin (per adesso, almeno)

La versione inglese si scarica da qua

Spero che anche la versione italiana si allinei a quella inglese, altrimenti lo dicano che sono così diverse…

Ciao ciao

PS: Ne approfitto per dire a chi ha già il mio indirizzo in rubrica e usa Gmail che accetto volentieri inviti per la chat :-)


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.